Invasione programmata

L'ordine di Alfano, clandestini in tutti i comuni, fa incazzare l'opposizione

Nonostante la contrarietà della maggioranza dei sindaci, il governo firma un accordo con l'Anci per distribuire gli immigrati su tutto il territorio nazionale

Redazione
L'ordine di Alfano: "Clandestini in tutti i comuni, 25 ogni mille abitanti"

Angelino Alfano e Matteo Renzi. Foto ANSA

Il progetto renziano di sostituzione etnica degli italiani con gli immigrati prosegue, attraverso imposizioni dittatoriali agli amministratori locali. L'invasione programmata continua senza sosta e gli altri Paesi dell'Unione europea si guardano bene dall'accogliere i clandestini che soffocano la penisola, chiudendo anzi definitivamente le frontiere e rispedendoci indietro coloro che riescono ad attraversare il confine. Il ministro dell'interno Angelino Alfano ha deciso quindi che tocca ai comuni farsi carico della sistemazione di almeno 145mila immigrati illegali, fregandosene dei sindaci che dicono di non avere più posto e concordando con l'Anci di distribuirli su tutto il territorio nazionale, venticinque ogni mille abitanti, requisendo d'ufficio le strutture vuote o inutilizzate.

Nonostante l'emergenza immigrazione abbia ormai travolto tutte le regioni, dalla Sicilia alla Lombardia e le città di frontiera come Ventimiglia e Como siano al collasso, esattamente come le zone costiere del Meridione per non parlare di Milano e di altre città nella quale la convivenza forzata crea di continuo episodi di violenza, criminalità e illegalità diffusa, il governo prosegue nel suo disegno criminale. Il business dell'accoglienza ingrassa coloro che non si fanno scrupoli a guadagnare sulla pelle dei cosiddetti "migranti", dietro il cui traffico si cela spesso il terrorismo islamico. Solo nel capoluogo lombardo stazionano oltre 3.300 immigrati che non hanno un posto dove dormire né un tetto sotto cui stare.

Renzi non ha intenzione di rimandare a casa propria nessuno, nemmeno coloro che non hanno diritto a rimanere, cioè la stragrande maggioranza. Alfano ha programmato un piano per sistemare tutti i clandestini, senza nemmeno sapere chi siano e da dove vengano, spargendoli a caso sul territorio italiano. In base all'accordo firmato con l'Anci, gli ottomila Comuni della penisola saranno obbligati ad accogliere "2,5 migranti ogni cento abitanti" e per convincere i sindaci più ostili, il governo ha messo sul piatto molti soldi che invece non sono disponibili per gli italiani in difficoltà.

"Sono state stabilite procedure per il nuovo funzionamento dello Sprar (il Servizio centrale di protezione per i richiedenti) - dice il decreto - a partire dai contenuti dell'intesa tra governo, Regioni e enti locali del 10 luglio 2014 al fine di attuare un sistema unico di accoglienza dei richiedenti e titolari di protezione internazionale attraverso l'ampliamento della rete". Il ministero della Difesa sta già spendendo milioni di euro per ristrutturare le vecchie caserme e nei prossimi giorni entreranno a pieno regime i campi di Montichiari, nel bresciano, e Messina. A Milano, invece, gli immigrati alloggeranno nella caserma di Montello, ma non sono escluse tendopoli, come accennato anche dal sindaco Sala.

E intanto c'è chi sale sulle barricate. "Con l'ultima trovata del governo Renzi, annunciata da Alfano, che prevede l'assegnazione di 25 immigrati ogni 1.000 abitanti, siamo arrivati al colmo della misura. Secondo queste proporzioni in Italia siamo pronti ad accogliere circa un milione e mezzo di stranieri e, nella città metropolitana, a Milano oltre 60.000, che Sala pensa di mettere in una tendopoli e il ministro Pinotti nelle caserme". Così in una nota Marco Osnato, membro dell'esecutivo nazionale di Fratelli d'Italia. "È ora che qualcuno si ribelli all'ignavia dei nostri governanti e dica basta a questa invasione. Non vogliamo che le nostre città diventino enormi e incontrollati campi profughi. Il governo chieda l'intervento dell'Onu per  creare spazi umanitari in Nord Africa e in medio-oriente dove vengano accolti i profughi e soprattutto pretenda la solidarietà, anche in termini economici, delle monarchie islamiche, particolarmente di quelle che sono pronte a finanziare moschee anche a Milano. Pensino ad aiutare i loro fratelli musulmani nei loro dorati palazzi, l'Italia cominci a pensare agli italiani".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Accoglie in casa 20 profughi e finisce malissimo: "Stanno distruggendo tutto"
l'accorato appello della buonista

Accoglie 20 profughi, le sfasciano la casa


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU