da bollino rosso la mostra di sgarbi

Facebook come Renzi: censura l'arte classica italiana

Nei quadri rinascimentali si vedono le donne a seno nudo, i bigotti dei social rifiutano di pubblicizzare l'iniziativa culturale

Alfredo Lissoni
Facebook come Renzi: censura l'arte classica italiana

Ricordate quando Renzi fece fare agli italiani la figura dei trogloditi, coprendo le sculture classiche in occasione della visita del presidente iraniano, come se in Iran non vi fossero reperti persiani di donne a seno nudo? Lo stesso fa ora Facebook, censurando nientemeno che Sgarbi. Per cui sarebbe da 'bollino rosso' la mostra in corso a Gualdo Tadino, di cui è curatore Vittorio Sgarbi (co-curatore Antonio D'Amico), dal titolo 'Seduzione e potere', con dipinti che raccontano la bellezza femminile tra '500 e '700.


"La mostra", racconta la direttrice del Polo museale gualdese, Catia Monacelli, "è frutto di una lunga ricerca durata mesi, e persegue squisitamente scopi culturali, artistici e di alta valenza didattica, con opere di grandissimi maestri dell'arte italiana, da Simone Peterzano, maestro di Caravaggio a Milano, ai Tiepolo Giambattista, Giandomenico e Lorenzo". In pratica, il Polo museale ha chiesto di divulgare su Facebook, dietro pagamento, lo spot della mostra. L'inserzione richiesta "non rispetta le nostre normative pubblicitarie", ha risposto la società che gestisce il social media. Troppe tette al vento. Peccato si tratti di capolavori del Rinascimento...
 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Menoona Safdar, la ragazza residente in provincia di Monza e trattenuta in Pakistan dal 2017 contro la sua volontà, torna in Italia
trattenuta a forza dalla famiglia integralista

La giovane pakistana sequestrata torna in Italia. Grazie alla Lega

Il PD e quella opposizione “da cani”
STATE ATTENTI AI CANI FASCISTI, LA FOLLIA DEM

Il PD e quella opposizione “da cani”

Roma, molesta donna in metrò, arrestato prete
"se tu vuoi l'assoluzione devi baciare 'sto cordone..."

Roma, molesta donna in metrò, arrestato prete


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU