Intervista alla criminologa investigativa

Omicidio Pamela, Bruzzone: "I nigeriani hanno agito in branco. Un esperto li ha aiutati con la candeggina"

"Siamo di fronte a uno dei fatti di sangue più brutali mai avvenuti nel nostro Paese negli ultimi 50 anni".

Marco Dozio
Omicidio Pamela, Bruzzone: "I nigeriani hanno agito in branco. Un esperto li ha aiutati con la candeggina"

Foto da Facebook

Roberta Bruzzone, criminologa investigativa, come inquadra il massacro di Pamela Mastropietro?
Si sta delineando un quadro preciso, anche peggiore di quello che si poteva prospettare inizialmente. Ritengo che Pamela sia stata vittima del branco. I tre indagati (nelle ultime ore risulta esserci un quarto indagato, anch’egli nigeriano ndr) possono aver utilizzato la sostanza stupefacente per mettere la ragazza nelle condizioni di non poter opporre resistenza a una violenza sessuale di branco. In seguito a questo tipo di attività, con una serie di concause tra cui l’assunzione di sostanze stupefacenti e le lesioni dovute probabilmente a un’aggressione violenta, Pamela è morta. Da qui la decisione di non solo di sezionare il corpo per renderlo trasportabile, ma di lavarlo abbondantemente con varichina in modo da rendere difficile l’accertamento del tentativo di violenza sessuale.

Cosa ha scatenato la mattanza?
Credo che Oseghale abbia individuato in Pamela una facile preda, una ragazza alla ricerca di stupefacenti, quindi abbia contattato altri due suoi amici con l’obiettivo di abusare sessualmente di lei. Ritengo appunto che a seguito di questa attività, durante la quale le è stata somministrata una sostanza stupefacente ed è stata aggredita, sia deceduta.

Rispetto a quanto emerso finora, c’è qualcosa che non torna?
Non credo che quei tre individui siano in grado di fare una cosa del genere da soli. Credo che qualcuno abbia dato loro indicazioni precise sull’utilizzo della candeggina, tant’è che sono andati a comprarla successivamente. Il sezionamento finalizzato all’occultamento del cadavere è cosa orribile ma comprensibile sotto il profilo logico: dovendo fare uscire un corpo da quell’appartamento, con la presenza di telecamere, occorreva in qualche modo renderlo trasportabile. Escludo atti rituali o forme di cannibalismo. Quello che non torna è il lavaggio con candeggina, suggerito a mio avviso da qualcuno con l’obiettivo di rendere di difficile interpretazione il quadro lesivo, cancellando ogni possibile traccia riconducibile al tentativo di violenza sessuale.

Qual è il profilo di questo presunto complice che potrebbe averli aiutati suggerendo loro di ricorrere alla candeggina?
Qualcuno certamente più esperto di loro, che sa quanto questo tipo di intervento renda molto più difficile la lettura del quadro lesivo.

Da questo punto di vista su cosa devono concentrarsi le indagini?
Un aspetto interessante sarà valutare chi hanno contattato o chi hanno incontrato nel lasso temporale in cui è avvenuto il depezzamento e il successivo lavaggio con candeggina.

All’inizio qualcuno dubitava addirittura che Pamela fosse stata ammazzata…
La contestazione dell’omicidio verrà fatta, e deve portare a una condanna importante. Siamo di fronte a uno dei fatti di sangue più brutali mai avvenuti nel nostro Paese negli ultimi 50 anni.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini ha la stoffa dello Statista
VERBA VOLANT, RUSPA MANENT

Salvini ha la stoffa dello Statista

Sinistri: sempre più sconfitti ma sempre presenti!
Sinistra italiana tra scomuniche, scissioni, abbandoni e defezioni

Sinistri: sempre più sconfitti ma sempre presenti!

Macròn ha rotto i colliòn. Solo un quarto dei francesi lo vuole ancora
Perucchietti: "Soros? Specula per distruggere l'Occidente"
intervista esclusiva / il vero volto della storia

Perucchietti: "Soros? Specula per distruggere l'Occidente"

Alberto Bagnai: "Il PD ha demolito gli stipendi degli italiani"
Intervista all'economista candidato per la Lega

Alberto Bagnai: "Il PD ha demolito gli stipendi degli italiani"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU