La decisione di Gabrielli

Cyberspionaggio, è saltata la prima testa: rimosso il capo della Polizia Postale

Nuovo incarico per Roberto Di Legami: avrebbe sottovalutato la portata dell'indagine sullo spionaggio dei politici, senza informarne il Dipartimento

Redazione
Cyberspionaggio, è saltata la prima testa: rimosso il capo della Polizia Postale

I due arrestati. Foto ANSA

Saltata la prima testa importante, alla luce dell'inchiesta sul cyberspionaggio: il capo della polizia Franco Gabrielli ha disposto infatti mercoledì un avvicendamento al vertice della polizia postale e all'attuale direttore, Roberto Di Legami, è stato assegnato un nuovo incarico. Tra i motivi alla base della decisione anche l'aver sottovalutato la portata dell'indagine sullo spionaggio dei politici, senza informarne i vertici del Dipartimento di pubblica sicurezza.

Spiati politici e figure istituzionali come l'ex premier Renzi, pubbliche amministrazioni, studi professionali e imprenditori di livello nazionale. Lo ha scoperto la Polizia che ha smantellato una centrale di cyberspionaggio che per anni ha raccolto notizie riservate e dati sensibili. L'indagine, condotta dalla Polizia postale e coordinata dalla procura di Roma, ha portato all'arresto di due persone, l'ingegnere nucleare Giulio Occhionero, di 45 anni, e la sorella Francesca Maria, residenti a Londra ma domiciliati a Roma e conosciuti nel mondo dell'alta finanza capitolina. L'indagine è coordinata dal pm Eugenio Albamonte della Procura di Roma.

Ai due vengono contestati i reati di procacciamento di notizie concernenti la sicurezza dello Stato, accesso abusivo a sistema informatico aggravato ed intercettazione illecita di comunicazioni informatiche e telematiche. Le indagini degli investigatori del Cnaipic, il Centro nazionale anticrimine informatico della Polizia postale, hanno accertato che i due fratelli gestivano una rete di computer (botnet) - infettati con un malware chiamato 'Eyepyramid' - che avrebbe loro consentito di acquisire, per anni, notizie riservate e dati sensibili di decine di persone che, a vario titolo, gestiscono la funzione pubblica e delicati interessi, soprattutto nel mondo della Finanza.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Barista violentata, preso il presunto autore: è rumeno
Era ai domiciliari per altri reati, non poteva uscire di notte

Barista violentata, preso il presunto autore: è rumeno

Incidente causato da Paolini, la donna più grave è morta
accusa di omicidio stradale per l'attore

Incidente causato da Paolini, la donna più grave è morta

Abusi su Sara Tommasi, assolto agente
pm Milano aveva chiesto 8 anni

Abusi su Sara Tommasi, assolto agente


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU