carosello era finito...

Tunisino sospettato di jihadismo: "Guardavo video Isis solo per curiosità"

Assieme ad altri quattro arrestati si incontravano a Milano al centro sociale Leoncavallo. "Cercavamo solo ragazze..."

Redazione
Tunisino sospettato di jihadismo: "Guardavo video Isis solo per curiosità"

"Ho condiviso quei post su Facebook solo per curiosità, se avessi saputo che sarei andato incontro a conseguenze così gravi non lo avrei fatto". Omar Nmiki, il 25enne tunisino arrestato nel 2017 per avere postato decine di video inneggianti all'Isis, si è difeso così davanti alla Corte d'Assise di Milano. L'uomo, che lavorava saltuariamente come operaio edile a Sesto San Giovanni (Milano), è accusato di apologia e istigazione al terrorismo. Era stato arrestato assieme ad altre quattro persone, che hanno scelto di essere giudicate col rito abbreviato a Perugia dove era partita l'inchiesta.


Stando alla ricostruzione della Procura, i cinque avrebbero condiviso immagini combattimenti e di esecuzioni, di miliziani in preghiera o con il viso coperto da un cappuccio nero. A Milano si sarebbero incontrati anche nel centro sociale Leoncavallo. "Non sono un ragazzo cattivo - ha spiegato Nmiki nelle dichiarazioni spontanee - andavo lì per ascoltare un po' di musica e incontrare delle ragazze, non per parlare dell'Isis".


Tra i post quello in cui viene citata la frase di un profeta: "Un giorno da jihad è meglio di una vita intera" e quello in cui viene mostrata una specie di bomba a mano, costruita con una penna, una pallottola e una penna usb legate insieme, e sotto la scritta 'fai il jihad con qualunque metodo'.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Rifugiati, l'Onu approva il Global compact on Refugees
vogliono farci invadere a tutti i costi

Rifugiati, l'Onu approva il Global Compact on Refugees

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”
Dopo il boicottaggio dei “neo-comunisti” a Pordenone…

Stasera tutto esaurito a Parma per “Red Land - Rosso Istria”

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini
Non hanno digerito lo stop all'invasione clandestina

Amnesty International schiuma di rabbia: l'attacco a Salvini

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina
Permesso di soggiorno per convivenza di fatto: altro regalo al racket

Quell’incrocio perverso fra “nuovi diritti” e immigrazione clandestina

"No rimpatrio". E le "risorse" incendiano il Centro accoglienza
Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese
Tra i fermati uno studente modello. Sigilli anche a un centro sociale

Racket delle case occupate, nove arresti a Milano. Zecche rosse comprese


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU