cibo e territori

Stop a kebab e sushi, coldiretti scende in piazza

Parola d'ordine: difendere il Made in Italy da strada per tutelare tradizioni, identità, economia e turismo. Finalmente

Redazione
Stop a kebab e sushi, coldiretti scende in piazza

Foto ANSA

Anche la Coldiretti finalmente scende in piazza a difesa del cibo da strada italiano, dagli arancini alle olive ascolane. Stop quindi a Kebab e sushi, almeno nei centri storici. Migliaia di agricoltori della Coldiretti sabato si sono mobilitati al PalaTiziano a Roma per difendere la tipicità e l'identità alimentare nazionale che rischia di sparire dalle strade e dalla piazze delle città italiane.

A questo proposito sono stati preparati banchetti e storiche Apecar, allestite a puntino, che hanno distribuito cibo da strada autenticamente Made in Italy. Se infatti dal kebab al sushi, dalla frutta esotica alle caldarroste congelate si trovano ovunque durante tutto l'anno, osserva Coldiretti, per il baccalà fritto da passeggio a Roma o il panino e milza a Palermo i turisti sono costretti a cercare su internet o nelle guide.

L'organizzazione agricola ha radunato fuori del PalaTiziano Apecar pronte a servire dal "Cuoppo" all' Agripanino di Chianina dell'Umbria, e nei diversi chioschi regionali sono state proposte le olive ascolane doc delle Marche, pane e panelle e arancini siciliani, gli arrosticini abruzzesi, i primi peperoni cruschi da snack lucani, il gelato contadino e molte altre curiosità locali.

Non è mancata l'innovazione, dalla centrifuga che abbronza fino agli agri-aperitivi afrodisiaci. Coldiretti ha distribuito ai più golosi anche le "agribag", pratici contenitori per il consumo itinerante pensate per tagliare gli sprechi e per portarsi a casa ciò che gli occhi e la pancia non sono riusciti a mangiare.

Finalmente.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Perfino Cacciari da ragione a Salvini
"PRIMA GLI INTELLETTUALI!"

Perfino Cacciari dà ragione a Salvini

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia
tensioni al confine Italia-Francia, vandalizzato golf club Claviere

Val di Sua, le "zecche rosse" scatenano la guerriglia pro immigrati. Attacchi alla polizia

Milano, mignotte "China" addio
giro di vite sui bordelli cinesi

Milano, mignotte "China" addio


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU