arresti a crotone

Mafia ucraina: smetton con le puttane e si buttan sui clandestini

Accantonato il racket delle prostitute (anche minorenni) in Italia, i criminali dell'Est tentano di spartirsi la torta dell'immigrazione illegale

Redazione
Mafia ucraina: smetton con le puttane e si buttan sui clandestini

Foto ANSA

Il business del traffico di "carne umana", vale a dire lo scafismo, attira delinquenti di ogni nazionalità. E così il giro si allarga e nella "partita" entra anche la criminalità ucraina, che nel nostro Paese vanta già un giro d'affari miliardario fra escort e baby prostutite (fra il 7 ed il 10% del "mercato" nazionale). Ma evidentemente il business dei clandestini rende di più. E così due scafisti sono stati arrestati in Calabria con l'accusa di avere condotto l'imbarcazione con cui sabato sono giunti sulla costa ionica 56 immigrati di varie nazionalità. Sono stati i carabinieri della Stazione di Botricello e della Compagnia di Sellia Marina a trarre in arresto i due cittadini ucraini, Viktor Skobeiev, 37 anni, e Vilatlii Gamaga, 27, al termine delle indagini compiute insieme alla squadra Mobile di Catanzaro, alla Capitaneria di porto di Crotone e alla sezione operativa navale della guardia di finanza di Crotone.


Le indagini hanno permesso di risalire ai due uomini che avrebbero curato l'attraversata in mare con un semicabinato che si è poi spiaggiato a Botricello, in provincia di Catanzaro, nei pressi di un villaggio turistico. I due cittadini ucraini sono stati rintracciati in un supermercato, non lontano dal palazzetto dello sport di Botricello dove sono ospitati i migranti. Nel corso dei controlli, i carabinieri hanno arrestato anche un cittadino iraniano, Mostafa Abdelhamid, rintracciato nei pressi di un albergo della zona con un documento di identità di origine spagnola contraffatto. I due scafisti sono stati condotti in carcere a Catanzaro, mentre l'iraniano e' stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Compagnia.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU