operazione tra lodi e pavia

Smaltivano illegalmente i fanghi agricoli: 11 in manette

Con l'accusa di traffico illecito di rifiuti, sono finiti ai domiciliari l'Amministratore Unico della C.R.E. S.p.A. e diversi dipendenti della società

Alfredo Lissoni
Smaltivano illegalmente i fanghi agricoli: 11 in manette

Gestivano illecitamente fanghi destinati ai terreni agricoli: sei persone sono state arretate nell'ambito di una operazione dei carabinieri del Gruppo Tutela dell'Ambiente di Milano, in collaborazione con i Comandi Provinciali Carabinieri di Milano, Cremona, Lodi e Pavia, il Gruppo Carabinieri di Monza e con il supporto di personale delle Polizie Locali di Piacenza, Lodi e Crema. Con l'accusa di traffico illecito di rifiuti, sono finiti in manette l'Amministratore Unico della C.R.E. S.p.A. e diversi dipendenti della società. Complessivamente sono 11 le persone che risultano coinvolte ed indagate a vario titolo nel corso delle indagini.


Gli arrestati sono stati posti ai domiciliari e sono state effettuate numerose perquisizioni e sequestrati beni. Dalle indagini è emersa l'esistenza di una organizzazione criminale facente capo ad imprenditori operanti nel campo del trattamento e recupero rifiuti che insieme ad alcune aziende di trasporto ed agricole compiacenti, attraverso vari meccanismi, smaltivano illecitamente spargendo al suolo, ingenti quantità di fanghi da depurazione, circa 110.000 tonnellate. Le indagini si riferiscono al periodo 2012-2015 e l'attività è avvenuta in numerosi comuni delle provincie di Lodi, Cremona e Pavia. Sono stati accertati innumerevoli episodi di gestione illecita (quantomeno 400 operazioni di illecito spandimento) di rifiuti operata della C.R.E. S.p.A. relativamente ai fanghi da depurazione ritirati e gestititi dall'impera che hanno generato un traffico illecito di rifiuti con profitti per la società.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc
la "piazza " invasa dai datteri di hashish

Torino, arriva la superdroga. Si chiama Thc


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU