Ignorante e bifolco pure lui?

Stiglitz, premio Nobel: "L'Italia deve uscire dall'Euro. O sarà la catastrofe"

L'economista di sinistra nel saggio "L'Euro e la minaccia per il futuro dell'Europa" si chiede: "Fino a quando l'Europa del Sud accetterà un tasso di disoccupazione giovanile del 40%?"

Marco Dozio
Stiglitz, premio Nobel: "L'Italia deve uscire dall'Euro. O Sarà la catastrofe"

Foto ANSA

L'Italia può uscire dall’Euro. Anzi, deve farlo il prima possibile. Altrimenti continuerà a sprofondare in una crisi sempre più tragica e sempre più irreversibile. Lo dice un bifolco, ignorante, "populista", sostenitore un po' naif delle bislacche tesi euroscettiche? No. O forse sì, nel caso si voglia incasellare anche Joseph Stiglitz, premio Nobel, economista di sinistra, nel novero dei subumani di cui sopra, gentaglia immeritevole persino del diritto di voto a sentire i fenomeni dell'europeismo da baci perugina.

"L’Euro è un'istituzione fallita. Per salvarsi occorre abbandonare l'Euro" ha spiegato Stiglitz durante un recente convegno a Roma, secondo quanto riporta Libero. Per l'ex capo dei consiglieri economici dell'amministrazione Clinton, per uscire dall'incubo occorre ridiscutere totalmente il sistema economico e finanziario mondiale. Prima di farlo, però, è necessario liberarsi della zavorra Euro. "Fino a quando l'Europa del Sud accetterà un tasso di disoccupazione giovanile del 40%?" si chiede nel saggio "L'Euro e la minaccia per il futuro dell’Europa", auspicando un patto per procedere di comune accordo al superamento della moneta unica, prima che il Paese più disperato sia costretto allo strappo dalla pressione di una crisi sociale devastante.

In effetti il Fondo monetario, per la prima volta titubante sugli effetti salvifici dell'Euro, descrive i Paesi più deboli dell'Unione Europa, tra i quali l'Italia, come società alla deriva, perennemente instabili, strette nelle morsa di una crescita economica inesistente, di un sistema bancario sull'orlo del collasso, di una disoccupazione massiva che non accenna a diminuire. Come fosse il ritratto di un qualunque Paese del Terzo mondo. Persino filosofi un tempo euroentusiasti, come François Heisbourg, ora son costretti a guardare in faccia la realtà: "Euro e solidarietà europea sono come due fratelli siamesi. Uno solo dei due potrà sopravvivere. E speriamo che non sia l'Euro, che sta soffocando il Vecchio Continente".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Vittoria del No: non crollano le borse
le bugie PD hanno le gambe corte

Vince il NO ma... non crollano le borse


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU