le panzane sull'accoglienza

Scafisti? Pagano il pizzo all'Isis

Anche la Libia ammette che tra i clandestini si infiltrano degli jihadisti. E quel che è peggio, i traghettatori di disperati non solo lo sanno, ma devono pure versare l'obolo al Califfato

Alfredo Lissoni
Scafisti? Pagano il pizzo all'Isis

Foto ANSA

L'Isis chiede il pizzo agli scafisti. Lo ha rivelato alla BBC, nel corso di un'intervista radiofonica, Abdul Basit Haroun, consigliere del governo libico di Tobruk che vanta frequentazioni tra i trafficanti di carne umana delle aree del Nord Africa controllate dai militari. È stato Haroun a confermare per primo ciò che molti in Italia sospettavano e che ora viene infine detto senza remore, che cioè i terroristi dell'Isis raggiungono il nostro Paese mescolati tra i migranti. Una rivelazione mal digerita da Alfano e da una parte della politica italiana, quella sempre pronta ad allargare le braccia ai clandestini; quest'ultima ha negato l'eventualità ed ha addirittura ipotizzato che la confessione sia in realtà un tatticismo del governo di Torbuk, internazionalmente riconosciuto, per danneggiare i rivali islamisti del governo parallelo di Tripoli.

Sennonché, nel territorio controllato da Fajr Libya si stimano dai cinque ai seimila terroristi dell'Isis, non si sa quanti pronti a raggiungere l'Italia; si sa invece che debbono prima frequentare una sorta di tirocinio per spie e bombaroli, di una settimana, per essere addestrati a resistere alle tentazioni dell'Occidente. Il corso lo pagano gli scafisti, che per i loro traffici riescono a mettersi in tasca anche diecimila euro al mese (almeno, i procacciatori di clienti; il giro d'affari dei barcaioli sembra fruttare cifre ben più consistenti) e che all'Isis debbono versare il pizzo. Quando ai terroristi, secondo Haroun si nascondono tra i barconi, mimetizzandosi tra i migranti, ma in una sorta di business class; il trattamento è di riguardo e ovviamente non solo non pagano la traversata, ma addirittura s'intascano metà dei proventi. Utili per comprare armi per gli attentati. Quando si dice far girare l'economia...

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

L'America di Trump dice NO!
Intervista a George G. Lombardi

L'America di Trump dice NO!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU