matera ABBRACCIA MATTEO

"Scusate se ci ho messo 43 anni, ma alla fine sono arrivato"

Salvini esordisce così nella splendida cornice dei sassi della città lucana; ad accoglierlo una sala gremita

Andrea Lorusso
“Scusate se ci ho messo 43 anni, ma alla fine sono venuto.”

Matteo Salvini a Matera (foto Facebook)

Con una t-shirt azzurra con la scritta “Matera” in bella vista, il Segretario di Noi con Salvini fa irruzione nel cuore della Basilicata. Non mancano in conferenza stampa le stoccate al Governo Renzi, fresco di unioni civili. In uno dei suoi passaggi sul panorama ha affermato: “Che spettacolo Matera. Ci fossero politici più capaci, sarebbe un gioiello: fra trivelle eterne, strade non finite e immigrati che lavorano in nero, c'è da fare pulizia. Ci sono città più belle di questa?”.


Tra i presenti in sala anche due Madri superiori, alle quali Matteo si è agganciato per un monito sull’immigrazione: “C’è sul sito del Vaticano un passaggio molto bello, che dice di ospitare e accogliere chi scappa dalle guerre, gli ultimi, chi è in condizioni di miseria. Però poi, sempre nello stesso passo, ci sono quattro parole molto importanti: nei limiti del possibile. Ecco, il Governo ha dimenticato questo”.


È stata, come ha ricordato lui stesso, la sua prima volta a Matera, con la promessa di tornarci il più presto possibile. In mattinata invece, ha presidiato Bari dove ha visitato il CARA che ospita 1.200 migranti.


In chiusura: “Devo dire che ormai mi chiamate molto più qui che dalle mie parti, evidentemente dopo vent’anni mi conoscono fin troppo bene. Non sono un eroe, ma giro come un matto perché farò davvero il possibile per liberare questo Paese”.  Stranamente non c’è stata nessuna contestazione, nessun centro sociale, nessuna sommossa.


Eppure l’altro Matteo, dopo avere annullato ben quattro volte la visita materana, dieci giorni fa ha firmato il “Patto per la Basilicata”, dovendo però scappar via tra fischi, lanci di uova e contestazioni. Noi tuttavia, antropologicamente, siamo sempre radicalmente contrari ai balordi che impediscono le libere manifestazioni del pensiero, ma questa è un’altra storia.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

VITTORIA!!!
Il popolo dice NO

VITTORIA!!!

È Palermo la città del No


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU