immigrazione e risse

Coniugi veneziani armati contro bengalesi: erano esasperati dalla convivenza forzata

Marito e moglie veneziani dopo l'ennesima lite con il vicino di appartamento bengalese, prendono un coltello e scoppia una violenta rissa

Redazione
Coniugi veneziani armati contro bengalesi: erano esasperati dalla convivenza forzata

Furibonda zuffa, giovedì, poco prima delle 19, in via Rampa Cavalcavia a Mestre (VE) dove, una esasperata e forzata convivenza condominiale, è sfociata in rissa con tanto di coltellaccio. Una decina le persone coinvolte: da una parte marito e moglie veneziani e dall'altra cittadini del Bangladesh. Ad allertare il 113, temendo che la situazione potesse assumere conseguenze drammatiche, è stata una residente del condominio. E con ogni probabilità, se non fossero intervenute le Volanti a riportare la calma, il diverbio poteva seriamente sfociare nel sangue.

Ad impugnare la lama, da quanto emerso dai primi accertamenti, è stato il 38enne veneziano, spalleggiato dalla moglie di quattro anni più giovane, ormai allo stremo ed esasperati dai continui litigi con un bengalese di 33 anni, con il quale hanno ingaggiato un confronto fisico alquanto movimentato e cruento. È a quel punto che alcuni amici dello straniero, sono accorsi per dar man forte al connazionale.

Nel corso della rissa i tre contendenti iniziali hanno comunque riportato delle ferite, per fortuna superficiali, tanto che sono stati trasportati al pronto soccorso per accertamenti clinici: una volta medicati, tutti sono stati dimessi con una prognosi di otto giorni. I poliziotti, dopo aver identificato alcuni dei testimoni e acquisito le loro dichiarazioni, hanno denunciato in stato di libertà il 38enne veneziano per minaccia aggravata e lesioni aggravate.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU