Centrosinistra nel panico

Crisi a Lecce: dopo la decisione del Tar, il sindaco Pd non ha più la maggioranza

Il Tribunale ha corretto il verbale di proclamazione degli eletti, sostituendo sei consiglieri "frutto della errata attribuzione del premio di maggioranza"

Redazione
Crisi a Lecce: dopo la decisione del Tar il sindaco Pd non ha più la maggioranza

Carlo Salvemini con la fascia tricolore

Il sindaco di Lecce Carlo Salvemini, del Partito Democratico, ha annunciato giovedì che, insieme agli avvocati ed ai consiglieri comunali del centrosinistra, saranno valutati "i passi successivi" rispetto all'accoglimento da parte del Tar dei ricorsi contro l'attribuzione del premio di maggioranza concesso alla coalizione che lo ha sostenuto nelle ultime elezioni amministrative. "È una decisione che naturalmente consideravo possibile, data la complessità di una questione sulla quale si sono misurati avvocati e costituzionalisti, e della quale prendo atto in attesa delle motivazioni della decisione del giudice amministrativo", ha spiegato Salvemini a proposito del pronunciamento del Tar di Lecce.

Una decisione che "lo rammento, non mette in discussione la mia elezione, ma la composizione del Consiglio comunale", ha sottolineato ancora Salvemini. "Motivo per il quale non mi sono costituito in giudizio", ha aggiunto il sindaco. Il Tar, su ricorso dei candidati consiglieri del centrodestra, ha modificato infatti la decisione della commissione elettorale centrale che aveva attribuito il premio di maggioranza al centrosinistra. Lo schieramento guidato da Salvemini, quindi, non ha più la maggioranza dei consiglieri, una situazione che configura la cosiddetta "anatra zoppa".

Carlo Salvemini era diventato sindaco di Lecce prevalendo al ballottaggio sull'avversario Mauro Giliberti. Il dispositivo di accoglimento dei ricorsi è stato reso noto mercoledì sera dopo che in mattinata, nell'udienza davanti al Tar di Lecce, presieduto da Antonio Pasca, si erano avvicendati gli avvocati dei ricorrenti. Il Tar, attraverso il dispositivo, ha corretto il verbale di proclamazione degli eletti sostituendo sei consiglieri comunali "frutto della errata attribuzione del premio di maggioranza", sostiene l'avvocato Quinto. Su un totale di 32 consiglieri comunali, dopo il pronunciamento del Tribunale amministrativo, 14 sono del centrosinistra, 17 del centrodestra, uno del Movimento 5 Stelle. Ora l'ipotesi più probabile prevede una crisi, col commissariamento seguito da nuove elezioni.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU