Disastri targati PD

Artigiani vessati dallo Stato: "Paghiamo 210 tasse per avere servizi inefficienti"

I numeri drammatici di Confartigianato: 210 scadenze fiscali, 240 ore necessarie per pagare le imposte, un cuneo fiscale che sfiora il 48%, tassazione alta sull'energia e digitalizzazione della pubblica amministrazione ai livelli di Bulgaria e Romania

Redazione
Artigiani vessati dallo Stato: "Paghiamo 210 tasse per avere servizi inefficienti"

Foto ANSA - Gli ultimi due premier espressi dal PD

L’inefficienza, la burocrazia e le tasse uccidono le imprese. Stroncano l’economia e dunque mettono in ginocchio i lavoratori, gli imprenditori, le famiglie. Gli italiani non ne possono più, ormai è questione di sopravvivenza. Succede per esempio che chi fa impresa venga tartassato con 210 tasse senza ottenere in cambio servizi minimamente decenti. Confartigianato fa i conti (drammatici) e ricorda che l’assedio all’imprenditore da parte dello Stato cialtrone si concretizza con 210 scadenze fiscali, 240 ore necessarie per pagare le tasse e un cuneo fiscale (la somma delle imposte dirette, indirette e contributi previdenziali che pesano sul costo del lavoro) che sfiora il 48%.

Oggi l’Italia è il 50esimo posto al mondo dove conviene fare impresa – spiega alla Provincia il presidente di Confindustria Como Marco Galimberti - E qui vicino abbiamo la Svizzera, ben altra realtà per le condizioni offerte alle aziende. Perdiamo produttività e competitività”. Poi ci sono le tasse sull’energia che in Italia sono incomparabilmente più alte rispetto agli altri Paesi europei: dopo anni di governi a trazione PD, la tassazione energetica è pari al 2,8% del Pil, quasi un punto in più rispetto all’1,9% della media dell’eurozona e nettamente superiore all’1,8% della Francia e all’1,6% di Germania e Spagna. Per non parlare del costo del lavoro, dove la differenza rispetto a Stati con cui siamo in competizione è di 11 punti. E poi ancora gli aumenti esiziali dell’Iva o l’Imu sui capannoni.

Il sistema Italia, quanto a efficienza della burocrazia statale e dunque dei governi che la dirigono, è paragonabile ai Paesi che un tempo si definivano “in via di sviluppo”. Per esempio il grado di digitalizzazione della pubblica amministrazione italiana è sui livelli di Bulgaria e Romania. Mentre alle aziende il mercato impone di attrezzarsi con servizi digitali costantemente aggiornati per stare al passo con le evoluzioni del settore, lo Stato procede con una lentezza e una sciatteria esasperante e dannosa per le imprese stesse. Il report di Confartigianato menziona l’esame degli indicatori di e-Government proposti a livello europeo: ebbene, emerge uno spaventoso ritardo dell’Italia nell’applicazione delle tecnologie digitali nei rapporti con cittadini e imprese. Tant’è che la quota di persone che sono ricorse al web per interagire con la pubblica amministrazione inviando moduli compilati, in modo da ridurre attese e code, è solo dell’11%: dato che colloca il nostro malgovernato Paese in fondo alla classifica europea, poco sopra Bulgaria e Romania, quando in Francia sono al 49%, nel Regno Unito al 34% e in Spagna al 32%.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"
un agente svela cosa c'è dietro gli sbarchi dalla tunisia

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"

Ius soli, il demografo Blangiardo: "Sciocchezza inutile"
Intervista al docente dell'Università Bicocca

Ius soli, il demografo Blangiardo: "Sciocchezza inutile"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU