FUGA DAGLI AZZURRI

Berlusconi espelle i sostenitori di Salvini

Appena due ore dopo la kermesse in cui Forza Italia presentava l’ala d’appoggio a Matteo Salvini, per Spizzirri arriva la sospensione dal partito

Andrea Lorusso
Berlusconi espelle i sostenitori di Salvini

Foto larampa.it

Forza Italia è all’opposizione, basterebbe ascoltare Renato Brunetta per capirlo, nelle sue legnose intemerate contro l’Esecutivo. Ma tra gli azzurri i mal di pancia sono tanti, e senza una chiara strategia il partito del Cavaliere naviga a vista, tra i successi legastellati ed i tracolli di consenso.

È Giovanni Toti, prima plenipotenziario nelle grazie di Berlusconi, e adesso agitatore del de profundis con tanto di rammarico: “Resto in Forza Italia? Se c’è ancora, se me la trovate.” Laconico, al vetriolo, il Governatore ligure non passa giorno che non spari bordate:

“Io continuo a ripetere cose che dico da tempo: credo che il centrodestra si debba rigenerare e ristrutturare. Dal '94 sono cambiati i partiti e sono cambiate le esigenze della società. Prendersela con me è come prendersela con il bimbo che dice ‘il re è nudo’.” Gli altri dirigenti alzano una levata di scudi, ed un sorriso sornione viene a chi spera di democraticizzare le decisioni in un partito storicamente a modello aziendale.

L’ultima diaspora in Zona Cesarini riguarda il coordinatore calabrese Pietro Spizzirri, autore della corrente interna dal nome “Forza Salvini” con tanto di omologa del simbolo tradizionale del Cav. - subito dopo però arriva la sospensione dal partito per mano del responsabile organizzazione Gregorio Fontana - a cui Spizzirri replica: "Noi vogliamo restare in FI , ma il partito deve sostenere Salvini come leader del centrodestra, come ammesso dallo stesso Berlusconi che, prima del 4 marzo, disse che il leader sarebbe stato quello con un voto in più."

L’ex Popolo della Libertà è lacerato come non mai, con una guerra intestina che divora se stessa ed una ridda di dirigenti che si parlucchiano da sopra, senza nessuna base, direzione e prospettiva. Per Spizzirri si va verso l’espulsione, ma chiudere le stalle quando i buoi sono scappati ha davvero poco senso.

L’elettorato di centrodestra in monoblocco ha scelto come leader naturale Matteo Salvini, poco importano i movimenti di partenza, di orgine e di arrivo, il catalizzatore unico ed indiscusso oggi è al Viminale. Non accettarlo significa andare contro il desiderio del popolo, ovvero l’anti-politica per eccellenza.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano
grimoldi: "mogherini? chiamate chi l'ha visto"

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano

Regione Lombardia contro le truffe agli anziani
fondi per una campagna di informazione televisiva

Regione Lombardia contro le truffe agli anziani

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano
grimoldi: "mogherini? chiamate chi l'ha visto"

Commissario Ue, finalmente un ministro italiano

Il diavolo e l’acqua santa
Partito radicale a congresso… all’Antonianum

Il diavolo e l’acqua santa


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU