Invasione programmata

Clandestini, non profughi: a Ferrara bocciate il 97% delle richieste di asilo

Continuano a raccontarci che chi arriva sui barconi scappa dalla guerra, ma i dati sono ben diversi: solo una minima parte ha diritto a rimanere qui

Redazione
Clandestini, non profughi: a Ferrara bocciate il 97% delle richieste di asilo

Foto ANSA

Ancora una volta il quadro che emerge in merito all'accoglimento delle richieste di asilo dimostra la falsità di quanto affermato dai teorici dell'accoglienza indiscriminata. L'ASP di Ferrara, il centro servizi alla persona attivo sul fronte dell'emergenza immigrazione, certifica infatti che, soltanto una minima parte delle migliaia di migranti che approdano sulle nostre coste ha i requisiti per aspirare allo status di rifugiato politico.

Con riferimento agli ultimi sette mesi, su 280 immigrati che hanno fatto richiesta di asilo politico solo sette sono risultati averne i requisiti. In pratica, ogni cento clandestini che arrivano solo tre hanno il diritto a rimanere qui. E gli altri? O viene chiesto gentilmente loro di abbandonare il territorio nazionale, cosa che ovviamente si guardano bene dal fare, oppure vengono inseriti tra coloro che necessitano di una generica "protezione per motivi umanitari".

Nel Ferrarese, dal primo gennaio al 31 luglio le persone accolte e che hanno presentato richiesta di protezione internazionale sono state 389. Di queste, tra le pratiche finora evase (281 in totale) emerge la sproporzione tra le richieste accettate e quelle respinte: gli extracomunitari ai quali è stato riconosciuto l'asilo politico sono appena 7. Sono invece 91 quelle rispedite al mittente, fatte da persone per le quali le commissioni territoriali non hanno rilevato sufficienti motivi per una protezione di quel tipo.

Questo vuol dire che quei clandestini, nei loro paesi, non rischiano di subire persecuzioni per ragioni di nazionalità, religione e per appartenenza a determinati gruppi sociali o politici. In mezzo stanno coloro ai quali viene riconosciuta una protezione "sussidiaria", e le richieste di protezione per motivi umanitari. Sotto questa categoria ricadono tutti quegli immigrati per i quali non è ravvisato un rischio concreto e tale da garantire asilo politico o protezione sussidiaria, ma che comunque necessitano di un aiuto di carattere umanitario.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU