Stop all'invasione. Le proposte dei Governatori

Maroni, Zaia, Toti: "Stato di emergenza sull'immigrazione". "Fermiamo i flussi. Basta imposizioni dal Governo"

I presidenti di Lombardia, Veneto e Liguria con la "Carta di Genova" hanno messo nero su bianco 9 punti da sottoporre a Renzi. "I nostri governi regionali non riconoscono le quote e le modalità di assegnazione a essi attribuite".

Marco Dozio
Maroni, Zaia, Toti: "Stato di emergenza sull'immigrazione". "Fermiamo i flussi. Basta imposizioni dal Governo"

Foto ANSA

Una risposta ai disastri e all’inettitudine del governo in materia di immigrazione. Una proposta concreta per arginare l’invasione articolata nei nove punti della “Carta di Genova”. Con la richiesta a Matteo Renzi di dichiarare lo "Stato di emergenza" perché il fenomeno non sia gestito “come evento ordinario ma come evento emergenziale destinato ad azzerarsi”.

I governatori di Lombardia, Veneto e Liguria, Roberto Maroni, Luca Zaia e Giovanni Toti segnalano con forza che la misura è colma, che invertire la rotta e impostare una politica diversa è possibile. Basta volerlo. La sveglia al governo è suonata oggi a Genova, durante l’incontro trilaterale su immigrazione e sicurezza tra i presidenti delle regioni del Nord governate dal centrodestra.

Maroni, Zaia e Toti spiegano che "i governi regionali qui convenuti non riconoscono le quote e le modalità di assegnazione a essi attribuite". E che occorre bloccare i flussi alla partenza, istituendo centri di accoglienza nei Paesi del Nord Africa e lì procedere all’esame delle richieste d’asilo. Fondamentale anche stipulare accordi bilaterali con i governi per agevolare i rimpatri.

Tra le richieste contenute nella “Carta di Genova” anche la necessità di ribadire il reato di immigrazione clandestina. L’Unione europea inoltre deve predisporre un piano serio per migliorare le condizioni di vita nei Paesi di provenienza dei cosiddetti “migranti economici”. Maroni, Zaia e Toti chiedono anche che nuovi centri di identificazione o espulsione siano istituiti solo previo accordi bilaterali con le regioni. Per i governatori è necessario anche ripristinare il meccanismo che lega il permesso di soggiorno alla presenza di un contratto di lavoro. Soluzioni che saranno sottoposte al premier Renzi e alla conferenza Stato-Regioni presieduta dall’esponente Pd Stefano Bonaccini.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica

Friburgo: rifugiato afghano stupra e uccide la figlia di un funzionario Ue
la vittima, volontaria di un centro accoglienza

Studentessa uccisa a Friburgo: era la figlia di un funzionario Ue


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU