LA PRESIDENTE REPLICA ALLE CRITICHE

Stupri Rimini, Boldrini: "Non ho parlato subito perché c'erano indagini in corso"

Però, quando s'è trattato di difendere le ong, nonostante le numerose e delicatissime indagini in corso avviate da diverse procure della Repubblica, il suo tweet non è tardato ad arrivare

Fabio Cantarella
Stupri di Rimini, Laura Boldrini: "disgustoso attacco su di me"

La presidente della Camera, Laura Boldrini

Dopo lo stupro di Rimini "non ho parlato subito perché c'erano ancora indagini in corso. Trovo disgustosa la strumentalizzazione. Oggi per offendere una figura istituzionale si arriva ad evocare lo stupro. Non c'è più niente da dire. Lo ho visto fare solo in guerra: in Rwanda ed in ex Jugoslavia". Lo dice la presidente Laura Boldrini a La 7 parlando degli attacchi da lei ricevuti per non aver subito commentato lo stupro di Rimini.

"Io non faccio la commentatrice di professione -ha aggiunto la Boldrini-. Il mio impegno a 360 gradi sulle donne è noto. Che qualcuno metta in dubbio il mio impegno dimostra tutta la cattiva fede e la volontà di strumentalizzare", aggiunge la Presidente Laura Boldrini a La 7.

Pieno e deciso disgusto nei confronti di chiunque auspichi stupri o violenze di qualsiasi genere, su questo non si discute, ma visto che la Boldrini twitta su tutto (pensate che l'8 settembre ha twittato ben 9 volte senza contare i tweet della Camera dei deputati di cui è presidente), una condanna nei confronti del branco poteva e doveva farla. Specialmente lei che tra le donne ricopre il ruolo istituzionale più importante. Anche perché, indagini in corso o meno, in seguito al racconto delle stesse vittime la ricostruzione dei fatti è stata chiara sin dall'inizio. Senza la minima ombra di dubbio. 

E poi, ricordiamo alla presidente Laura Boldrini che quando s'è trattato di difendere le ong, nonostante le numerose e delicatissime indagini in corso avviate da diverse procure della Repubblica, il suo tweet non è tardato ad arrivare. Lo ricorda? Era lo scorso 18 agosto e la Boldrini non ha proprio resistito: "#Ong hanno salvato migliaia di vite umane. Meritano rispetto. Gestire flussi #migranti senza indebolire soccorsi".  

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il feretro della "belva" Totò Riina è stato sotterrato, nel cimitero di Corleone
il boss dei boss sotto terra

Il feretro di Riina sotterrato a Corleone

La Boldrini ci taglia Internet
ma la rete non era sinonimo di libertà?

La Boldrini ci taglia Internet


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU