nettarine a rischio

In Piemonte è allarme pesche: produzione in calo

Confagricoltura: "Sta andando a gambe all'aria l'intera filiera, anche per via dell'embargo russo; tutti devono farsene carico, dalle istituzioni alla grande distribuzione"

Stefania Genovese
In Piemonte è allarme pesche: produzione in calo

Il Piemonte, terza regione d'Italia per importanza nel comparto delle pesche, dopo Campania ed Emilia Romagna, dal 2000 a oggi ha perso il 40% della superficie coltivata a nettarine. I prezzi sempre più bassi, fino ai 20/30 centesimi al chilo, spingono le aziende verso altre colture.


Lo afferma Confagricoltura Piemonte, che in una nota spiega come i prezzi delle pesche nettarine e della frutta estiva abbiano raggiunto livelli ormai "inaccettabili". "Le superfici dedicate si stanno estinguendo", dice Enrico Allasia, presidente di Confindustria Piemonte; "le imprese agricole stanno lavorando in perdita e, se la situazione non migliorerà, non raccoglieranno più la frutta, poiché il costo di produzione è più alto di quello di mercato".


"Quest'anno, inoltre, la produzione è stata ottima e precoce, per via del clima, solo la Gdo ne ha potuto godere. Sta andando a gambe all'aria l'intera filiera, anche per via dell'embargo russo, tutti devono farsene carico, dalle istituzioni alla grande distribuzione", ha denunciato.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Brigate Rosse, sinistra mattacchiona


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU