prima ripopoliamo, poi sterminiamo

Abbattuta l'orsa del Trentino

Esperti ed associazioni avevano stabilito che l'aggressione era dovuta alla violazione del territorio da parte dell'uomo. A nulla sono valse le ragioni degli animalisti

Alfredo Lissoni
Abbattuta l'orsa del Trentino

Nella serata di sabato gli agenti del Corpo forestale della Provincia autonoma di Trento hanno proceduto all'abbattimento dell'orsa KJ2 in attuazione dell' ordinanza emessa dal presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, per garantire la sicurezza delle persone. Il Trentino, infatti, cercava ufficialmente l'orsa che il 22 luglio scorso aveva ferito un uomo che passeggiava con il suo cane in un bosco in zona laghi di Lamar.


Questo, in barba al fatto che associazioni animaliste ed etologi avessero sottolineato che la colpa dell'incidente era da attribuire all'uomo che , imprudentemente e con un cane da caccia libero, si era avventurato nell'habitat del plantigrado. E che mamma orsa aveva semplicemente difeso i suoi piccoli. Ma come al solito, quando si tratta di animali, si è preferito lascia prevalere la violenza.


"Chi oggi afferma di voler abbattere l’orso, come a suo tempo è stato per Daniza, sta facendo un’operazione capziosa, furbesca, un’operazione che non è in linea con il progetto di ripopolamento. A questo punto, l’amministrazione dovrebbe avere il buon gusto di restituire i fondi europei considerato il fatto che il progetto è stato un fallimento", aveva giustamente sottolineato nei giorni scorsi l'etologo Roberto Marchesini.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Abbattuta l'orsa del Trentino
prima ripopoliamo, poi sterminiamo

Abbattuta l'orsa del Trentino

Orsa del Trentino, fissata l'udienza al Tar
Parco Appennino, liberati due capovaccai
hanno un sistema per il controllo a distanza

Parco Appennino, liberati due capovaccai

Palermo, sequestrati uccellini protetti a Ballarò
Esemplari liberati nel parco di Villa d'Orleans

Palermo, sequestrati uccellini protetti a Ballarò


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU