ma la priorità non era "salvare vite"?

La vendetta delle Ong: anche Sea Eye sospende l'attività

"Abbiamo deciso a malincuore di sospendere temporaneamente le nostre missioni di salvataggio. Sarebbe irresponsabile nei confronti dei nostri equipaggi"

Redazione
La vendetta delle Ong: anche Sea Eye sospende l'attività

Fino al giorno prima si riempivano tutte la bocca col "salviamo vite" e si dicevano sprezzanti del pericolo; adesso, sebbene i due Governi libici - quello legittimo e quello golpista - abbiano detto a chiare lettere che non apriranno il fuoco contro le navi da soccorso, pur non volendole tra le balle, ecco che sempre più Ong si "sfilano", non volendo in realtà firmare il codice comportamentale che impone loro controlli e sorveglianti a bordo.


"Oggi abbiamo deciso a malincuore di sospendere temporaneamente le nostre missioni di salvataggio". Così domenica su Twitter l'Ong Sea Eye. Il motivo (o la scusa), si spiega, è la mutata situazione di sicurezza nel Mediterraneo occidentale. "Proseguire il nostro lavoro di salvataggio", spiega l'Ong tedesca, "sarebbe irresponsabile nei confronti dei nostri equipaggi". Con Sea Eye, con Medici senza frontiere e Save the Children sono già tre le Organizzazioni non governative ad avere sospeso temporaneamente le loro missioni nel Mediterraneo.


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU