In Algeria è caccia al clandestino

davide papini
In Algeria è caccia al clandestino

Mentre le oligarchie eurocratiche spalancano le porte dell'Europa all'invasione africana, c'è una nazione dell'Africa che ricorre senza tanti sentimentalismi all'uso della forza per impedire l'occupazione del proprio territorio da parte di altre genti provenienti dagli stati dell'Africa subsahariana. Si tratta dell'Algeria, che da alcuni mesi ha iniziato un vero e proprio rastrellamento dei tantissimi clandestini che si sono ammassati nelle sue città principali. Le autorità di Algeri non si fanno tanti scrupoli nel difendere la propria sovranità messa a rischio da queste orde straniere riversatesi in Algeria con la speranza di passare in Europa o di restare eventualmente in questo paese, che secondo gli standard africani offre sicuramente prospettive migliori di molti altri. Arresti, espulsioni e anche campi detentivi: queste le risposte del governo algerino alla situazione d'emergenza che si è venuta a creare. Non servono a niente le contumelie delle varie ONG mondialiste che denunciano i mezzi brutali con cui lo stato algerino mette ordine in casa propria. Le galere si sono riempite di giovanotti del Mali, della Nigeria, del Camerun, e vi possiamo garantire che non sono confortevoli centri di soggiorno turistico come le nostre carceri (tuttò ciò lo potrebbero confermare quegli algerini che vengono a delinquere in Italia, che se vengono arrestati o trovano un magistrato "umanitarista" che li rimette a piede libero o si prendono un pò di riposo nei nostri "hotel con le inferriate"). La lezione da trarre da questa vicenda è la seguente: chi è padrone in casa propria può fare quello che reputa più conveniente per la conservazione del benessere nazionale; chi non lo è più - come l'Italia - deve subire passivamente quanto accade sul suo territorio prendendosi pure eventuali rimproveri dai mondialisti di Bruxelles.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Giggino, il (quasi) fallito, ha 60 giorni per trovare 2 miliardi
Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio
chiedeva soldi davanti al centro commerciale di guidonia

Roma, aggredisce i passanti con una mannaia e rischia il linciaggio

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU