schegge duracruxiane

Perché nelle pubblicità ed essere etnico è sempre il maschio?

Quando c’è un po' troppo metodo nella follia, non si tratta più di follia, ma di progettualità ben pianificata...

Helmut Leftbuster
Per4ché nelle pubblicità ed essere etnico è sempre il maschio?

Foto generica

Quando un qualcosa di statisticamente minoritario in natura viene proposto mediaticamente in modo ossessivo, non può che essere spinto da propaganda ideologica tendenziosa ed autoreferenziale. Non ci vuol molto a verificare che, nella realtà, le coppie miste sono statisticamente minoritarie persino in paesi di comprovata tradizione multietnica come l’America. Basta guardarsi intorno coi propri occhi e contare. Quindi, se in linea di principio resta sacrosanto che qualunque essere umano possa insindacabilmente amarne qualsiasi altro, resta anche il fatto che, in media, ci si ama fra conterranei, non foss’altro che per una mera questione di prossimità territoriale all’interno della quale è più semplice incontrare candidati alla reciprocità d’attrazione (“mogli e buoi dei paesi tuoi” .. ah..quanta saggezza popolare perduta!).

Né tampoco è possibile invocare sculture, affreschi o dipinti del passato a testimoniare una tendenza statistica differente da quella appena descritta (anzi!). Ebbene, se l’impianto naturale della faccenda è quindi da sempre tendenzialmente “omoetnico”, come mai allora siamo bombardati da immagini di coppie miste nelle pubblicità, nei riferimenti filmici e persino nelle locandine informative più banali? Sembra quasi vogliano dirci: “Forza, che aspettate a farlo anche voi? Questo è l’ineluttabile futuro che attende la nostra civiltà, quindi non sottraetevi al destino e collaborate senza troppi capricci”.

D’accordo, ormai siamo abituati a subire dettami  politicamente corretti anche su come pulirci le terga, quindi simili mantra potrebbero rientrare nel contesto di “gretinismo ittico” generale. Tuttavia c’è un dettaglio in questo lavaggio del cervello “multietnico” che appare particolarmente inquietante e che potrete verificare voi stessi digitando parole chiave come “coppie miste pubblicità”: vi usciranno sì immagini di coppie multietniche, ma assemblate con metodo praticamente univoco: nero lui, bianca lei. E quando c’è un po' troppo metodo nella follia, non si tratta più di follia, ma di progettualità ben pianificata.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

La libertà è finita, arriva il reato di opinione
Il Parlamento discute la legge sulla c.d. omofobia

La libertà è finita, arriva il reato di opinione

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"
meloni: "il regime pensa di intimorirci"

Centrodestra in piazza, la Digos "visiona i video"

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Salvini vittima dei pm, ma Bonafede lo attacca
cortocircuito grillino: "non ha riformato il csm"

Salvini vittima dei pm, ma Bonafede lo attacca

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio
prodi: "lo Stato diventi azionista per difendere le imprese"

Toccatevi le palle, arrivano i consigli di chi ci ha messo in ginocchio

La libertà è finita, arriva il reato di opinione
Il Parlamento discute la legge sulla c.d. omofobia

La libertà è finita, arriva il reato di opinione

Zona rossa a Bergamo? Toccava al Governo. Fontana è innocente
smascherate le bugie dei compagni. adesso chi paga?

Zona rossa a Bergamo? Toccava al Governo. Fontana è innocente


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU