Si tratta di Farid K. E Meryem E.B

Belgio, incriminati altri due uomini per la strage di Parigi del novembre 2015

Sono sospettati di avere fornito a Khalid el Bakraoui i documenti falsi utilizzati per la preparazione degli attentati. Uno di loro è però già stato rilasciato

Redazione
Belgio, incriminati altri due uomini per la strage di Parigi del novembre 2015

I due incriminati. Da dhnet.be

Altre due persone sono state incriminate giovedì in Belgio nell'ambito dell'inchiesta sugli attentati di Parigi del novembre 2015, rivendicati da un gruppo che fa riferimento allo Stato islamico. Farid K. E Meryem E.B., che sono stati fermati martedì a Laeken nell'agglomerato di Bruxelles, "sono sospettati di avere fornito a Khalid el Bakraoui falsi documenti utilizzati per la preparazione degli attentati di Parigi", si legge in un comunicato della procura federale belga. Il giudice ha ordinato l'arresto di Farid K., per la sua presunta partecipazione nelle attività del gruppo terrorista e la falsificazione e l'uso di documenti falsi, mentre Meryem E.B. è stato incriminato per aver falsificato e utilizzato documenti falsi, ma rilasciato in libertà condizionale.

Bakraoui è uno dei tre kamikaze che si sono fatti esplodere negli attentati di Bruxelles del 22 marzo 2016 che provocarono 32 morti, compiuti dalla stessa cellula jihadista entrata in azione a Parigi il 13 novembre. In totale, una ventina di persone sono state incriminate dal novembre 2015 dalla procura belga nell'ambito dell'inchiesta sugli attentati parigini, preparati in Belgio. Per la maggior parte di loro, l'accusa è quella di avere fornito sostegno logistico alla cellula entrata in azione nella capitale francese. La procura ha comunicato che non fornirà ulteriori dettagli sull'inchiesta perché potrebbero compromettere le indagini che non si sono ancora concluse.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU