Voluntary disclosure 2

Renzi ci riprova: dopo gli 80 euro, condono fiscale

Il premier cerca il voto degli evasori e prepara un nuovo gioco di prestigio, sperando che gli italiani ci caschino ancora

Alessio Colzani
Renzi ci riprova: dopo gli 80 euro, condono fiscale

Matteo Renzi a "Porta a Porta" annuncia la "Voluntary disclosure 2". Foto ANSA

Sempre più in difficoltà per gli scontri interni al Pd e le inchieste che hanno colpito pesantemente il suo partito, Matteo Renzi sta cercando il modo per rimanere a galla prolungando il più possibile l'agonia di un governo ormai destinato ad affondare entro l'autunno. Memore del successo della barzelletta sugli 80 euro, Renzuccio nostro sta pensando di omaggiare con nuovo favore gli evasori: "La voluntary disclosure secondo me la rifaremo, c'è uno spazio per poterci lavorare ancora. La voluntary disclosure 2 è un'ipotesi concreta" ha affermato a Porta a Porta, ipotizzando una riedizione delle norme per il rientro dei capitali dall'estero prima che scatti lo scambio automatico di informazioni tra le amministrazioni fiscali di mezzo mondo che dovrebbe rendere difficile, se non impossibile, nascondere capitali nei paradisi fiscali. Nel 2017 infatti partirà tra 40 Paesi lo scambio automatico di informazioni sui conti off shore secondo lo standard Ocse, che dovrebbe allargarsi ai 92 Paesi firmatari dal 2018. Un anno e mezzo, quindi, in cui chi ha ancora capitali occultati dovrebbe decidere cosa fare.

Il governo vorrebbe dunque concedere a questi evasori un'altra opportunità, concedendo loro di beneficiare di sanzioni scontate, sperando così di portare a casa il loro consenso oltre a risorse fresche da impiegare nella prossima manovra di bilancio, che si prevede molto pesante per le tasche dei contribuenti italiani. La prima tornata della voluntary disclusure ha consentito di regolarizzare le attività (importi e beni) detenute all'estero o in Italia in violazione delle norme fiscali, versando le imposte dovute ma con notevoli abbattimenti delle sanzioni e ottenendo la non punibilità per i reati tributari. Le prime stime di potenziale gettito della "fase 2" sono più che dimezzate rispetto ai risultati della "fase 1", che ha consentito un recupero di evasione di soli 4 miliardi su circa 60 di imponibile emerso. Anche se ancora non c'è niente di definito, che l'opzione sia "sul tappeto" l'ha confermato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini, dopo che lo stesso ministro dell'Economia Pier Carlo Padon, seppur con prudenza aveva parlato di "tagliando" in corso alla procedura appena conclusa anche per valutare "se esistono ancora margini di utilizzo". Sul tavolo ci sarebbero peraltro diverse opzioni, da una nuova finestra a tempo, per "coprire" il solo 2017, visto appunto che dal 2018 scatterà la stretta internazionale contro i paradisi fiscali, oppure una misura "strutturale".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

Matite indelebili: chiedeva trasparenza, è stata denunciata
cc in azione a san biagio di agrigento

Matite indelebili: elettrice protesta, finisce denunciata

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica
la lettera di un militante di palermo

Salvini e il Sud: la rinascita della buona politica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU