Cosche e trasformismo

Mafia e voto di scambio, arrestato ex nome forte del Pd transitato in Forza Italia

Il consigliere comunale Paolo David in carcere nell'inchiesta che ha portato a 35 arresti. Secondo l'accusa, l'organizzazione condizionava le elezioni attraverso clientelismo e voto di scambio

Marco Dozio
Paolo Davido

Elezioni a Messina condizionate dalla mafia e dal voto di scambio. Su questo crinale si sono mosse le indagini della Polizia che hanno portato all’arresto di 35 persone: 26 in carcere e 9 ai domiciliari. Il nome illustre finito in carcere è Paolo David consigliere comunale di Messina transitato con nonchalance dal Pd (di cui era capogruppo) a Forza Italia, già indagato per l’inchiesta Gettonopoli. Per lui l’accusa è di voto di scambio.

David è considerato un fedelissimo dell’ex uomo forte del Pd messinese, già deputato e segretario regionale Francantonio Genovese, anch’esso transitato in Forza Italia, finito nei guai due anni fa nell’ambito dell’inchiesta sulla formazione professionale. Per le 35 ordinanze di custodia cautelare, i reati contestati vanno dall’associazione di tipo mafioso finalizzata alla commissione di una serie di delitti contro la persona e il patrimonio, tra cui estorsioni e spaccio di droga, oltre all’acquisizione della gestione o del controllo di appalti e servizi. Secondo gli inquirenti, cosche e politici “mediante un diffuso e capillare sistema clientelare ostacolavano il libero esercizio del diritto di voto degli elettori” nelle consultazioni regionali, comunali e politiche dall’ottobre 2012 al giugno 2013.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo
soccorsi e portati in un campo profughi a Khoms

La Libia stoppa un barcone con 158 a bordo

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Saviano da del mafioso a Salvini
il naufragio del pensiero

Saviano dà del mafioso a Salvini

Taglio dei vitalizi, per Ilona sono cazzi
la ex pornostar annuncia ricorso

Taglio dei vitalizi, per Ilona sono cazzi


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU