padre violento

Confessa l’omicidio del figlio al cimitero. Incastrato dalle microspie nascoste sulla tomba

Lo aveva ucciso e bruciato, simulando un incidente. Era il 9 gennaio del 2012. Ora l'imprenditore riesino è stato condannato al carcere a vita

Marco Dozio
Confessa l’omicidio del figlio al cimitero. Incastrato dalle microspie nascoste sulla tomba

Ha raccontato di aver ammazzato lui quel figlio che fingeva di piangere. Lo ha fatto in uno sfogo-confessione catturato dalle microspie nascoste sulla tomba di Piero, figlio dell’imprenditore Stefano Di Francesco, 66 anni, ora condannato all’ergastolo dalla corte di Assise di Caltanissetta. La svolta è arrivata con l’intercettazione ambientali che ha messo gli inquirenti sulla pista giusta.


Piero Di Francesco, secondo l’accusa, fu ucciso dal padre il 9 gennaio 2012 per ragioni da ricercare nei contrasti sulla gestione dell’azienda di famiglia. Per la Procura nissena Di Francesco colpì il figlio alla testa con un oggetto contundente dopodichè, pensando fosse morto, lo caricò su un’auto aziendale alla quale diede fuoco. Per confondere le acque non esitò a simulare un tentativo di soccorso gettando della terra sull’auto in fiamme, con un escavatore, per far credere appunto di essersi impegnato a spegnere l’incendio. La lite degenerata in omicidio sarebbe avvenuta nei pressi dell’azienda di famiglia, situata nella campagna di Riesi

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"
"hanno abbandonato chi aveva bisogno di aiuto"

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"

La vergogna nascosta: Norma Cossetto e le altre 11mila vittime della violenza rossa
In ricordo delle Foibe e dell'esodo giuliano dalmata

La vergogna nascosta: Norma e le altre 11mila vittime della violenza comunista

Demolizione del ponte Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti
i Tecnici: "distruggerlo e ricostruirlo crea un danno erariale"

Demolizione del ponte di Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti

Immigrato si suicida sotto un treno
per inquirenti è un gesto volontario

Immigrato si suicida gettandosi sotto un treno a Manarola

Bombardieri di Civiltà
15 febbraio 1944: pioggia di fuoco su Montecassino

Bombardieri di Civiltà

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly
Operazione carabinieri dopo ritrovamento lingotti oro

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU