DROGA IN CAMPANIA

Sgominata banda dello spaccio tra Napoli e Ischia

Gli stupefacenti arrivavano dalla Spagna grazie ad un latitante trasferitosi nel paese iberico

Redazione
Sequestro di droga a Roma

Foto ANSA

Si dividevano il lavoro tra i quartieri della “Napoli bene” e sull’isola d’Ischia. I trafficanti compravano in Spagna per poi rivendere nel capoluogo grandi quantitativi di stupefacenti. Cosi ieri, all’alba, i Carabinieri sono giunti all’arresto di 18 persone coinvolte nel giro e accusate non solo di aver promosso l'associazione a delinquere, ma anche di avervi fatto parte. Secondo le indagini il gruppo sarebbe suddiviso in due filoni con finalità di traffico e vendita di droga, di provenienza iberica.

Le indagini hanno preso avvio su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, che si occupa dei reati di stampo mafioso, e sono state affidate al gip di Napoli in collaborazione con il DDA della città. Queste hanno rilevato che uno dei due gruppi era collegato alla famiglia “Nettuno” attiva a Marano, una branca dei “Polverino”, che si occupava di immettere sul mercato grandi quantitativi di sostanze stupefacenti di importazione. Infatti, nel paese iberico da cui veniva inviata la merce, aveva preso dimora un latitante rifugiato che aveva funzione di mediatore; per quest’ultimo l’arresto è avvenuto dopo tre anni di clandestinità. Per quanto riguarda il secondo gruppo, era attivo tra i quartieri del Vomero-Arenella e l’isola d’Ischia, nel primo durante l’inverno e nella seconda durante la stagione calda, quando il numero di clienti aumentava a dismisura. Per costoro è scattata l’ordinanza di custodia cautelare in carcera emessa dal gip ed eseguita dalla compagnia Vomero di Napoli.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"
"hanno abbandonato chi aveva bisogno di aiuto"

Europee, Di Maio: "Sta per arrivare uno tsunami"

La vergogna nascosta: Norma Cossetto e le altre 11mila vittime della violenza rossa
In ricordo delle Foibe e dell'esodo giuliano dalmata

La vergogna nascosta: Norma e le altre 11mila vittime della violenza comunista

Demolizione del ponte Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti
i Tecnici: "distruggerlo e ricostruirlo crea un danno erariale"

Demolizione del ponte di Genova, parte un esposto alla Corte dei Conti

Immigrato si suicida sotto un treno
per inquirenti è un gesto volontario

Immigrato si suicida gettandosi sotto un treno a Manarola

Bombardieri di Civiltà
15 febbraio 1944: pioggia di fuoco su Montecassino

Bombardieri di Civiltà

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly
Operazione carabinieri dopo ritrovamento lingotti oro

Torino, sequestrate società per 250 milioni di euro, anche hamburgeria Eataly


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU