appello della comunità internazionale

Sudan, sposa-bambina rischia la decapitazione: ha ucciso il marito (imposto) che la stuprava

"È stata violentata dal marito con l'aiuto dei suoi familiari, chiamati a verificare che da quel momento fossero sposati anche di fatto"

Redazione
Sudan, sposa-bambina rischia la decapitazione: ha ucciso il marito (imposto) che la stuprava

Condannata a morte per avere ucciso il marito che l'aveva stuprata. Accade nel Sudan islamico, ove fra qualche giorno, se non interverrà efficacemente la comunità internazionale per chiedere la grazia al presidente, verrà "giustiziata" Noura Hussein, 19 anni, promessa sposa all'età di 13 anni.

Nel 2012 Noura era stata data in sposa, appena tredicenne, con il solo rito religioso. Grazie all'aiuto di una zia era riuscita ad evitare che venisse consumato. Due anni dopo, costretta dalla famiglia, la ragazzina si sposava nuovamente, questa volta legalmente. Col marito impaziente di sfogare i suoi istinti sessuali.


"È stata violentata dal marito con l'aiuto dei suoi familiari, chiamati a verificare che da quel momento fossero sposati anche di fatto", riporta l'associazione Italians for Darfur, che ha raccontato al mondo la vicenda della sposa-bambina. E quando il marito è tornato per stuprarla nuovamente, lei si è difesa, pugnalandolo. Un crimine che in un Paese islamico si paga con la morte, per decapitazione. A consegnarla alla polizia la sua stessa famiglia. #justiceforNoura è l'hashtag scelto per muovere la comunità social ed evitare, forse, l'uccisione.  


LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Zucchero in piazza S.Marco a Venezia il 3 e 4 luglio
Due date del tour europeo 'The Best Live'

Zucchero in piazza S.Marco a Venezia il 3 e 4 luglio

Governo, M5s e Lega domani al Colle. Conte in pole per Palazzo Chigi
"Io e Di Maio disponibili a metterci la faccia"

Governo, M5s e Lega domani al Colle. Conte in pole per Palazzo Chigi

La Croazia blinda le frontiere: è boom di clandestini dalla Bosnia
l'altra rotta dell'invasione, quella meno conosciuta

La Croazia blinda le frontiere: è boom di clandestini dalla Bosnia

Alfie, funerale privato a Liverpool
Sostenitori ricordano battaglia genitori a passaggio del corteo

Alfie, funerale privato a Liverpool


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU