A stretto giro.

Giovanni dAustria
A stretto giro.
Non è possibile non rispondere a quel lungo e articolato post dal titolo "Il minimo comune denominatore Lega/M5S: il Lavoro di Cittadinanza". Ebbene, premesso che mentre noi scriviamo, Matteo Salvini, Giggino Di Maio e tutti gli altri leader di partito, pensano con la loro testa e con quella dei loro consiglieri, cerchiamo di fare il punto su scenari possibili. Un'alleanza Lega-M5Stelle, non è ciò che vorrebbero coloro che hanno votato queste due forze, ma vista la situazione allucinante in cui siamo (tra l'altro senza un Governo, presto aumenterà l'IVA e non solo...), bisogna pensare al male minore. E bisogna farlo subito. I carnefici europei sono già pronti con le loro macchinazioni. Pensiamo a pochi punti di accordo per quello che, forse, potremmo chiamare Governo di scopo. Due punti? Sì, solo due perché se si arrivasse a risolvere anche soltanto due punti, sarebbe un'altra vittoria per il fronte sovranista. Punto uno: la legge elettorale. La schifezza con cui siamo andati a votare è il peggio che un cervello non malato, possa partorire. Bisogna farne una seria, sana, e credo che se ci fosse la volontà, due settimane o poco più sarebbero più che sufficienti. Credo che anche i 5Stelle sarebbero d'accordo. Punto due: via le sanzioni alla Russia. Sono frutto dell'imbecillità e si ritorcono, principalmente, sulle imprese italiane. Cose da pazzi. In questo modo, diamo nuovamente voce al popolo, che era "sovrano" anche se solo sulla carta, e diamo alle forze politiche la possibilità di rivedere eventuali alleanze più funzionali e serie (Berlusconi è finito, e non serve una Femen a ricordarcelo, così come Renzi che, nella sua arroganza, vuole ripresentarsi per persistere nella distruzione del Paese. Figuri, questi due, da escludere definitivamente. Hanno già tradito abbastanza). Non è molto, è vero, ma è già un passo avanti. Senza tanti strombazzanti, vedasi Brunetta, che continuano nei loro errori di fondo. Due punti precisi, netti. Basta così. Due punti per fare un passo avanti e poi, chi vincerà, ma vincerà davvero, al potere. Con oneri e onori. E basta con compravendite parlamentari che fanno letteralmente schifo. Si può fare, si può. Basta volerlo. Il popolo si era espresso, ora, ne tengano conto. Renzusconi good bye.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Kurz: "Siamo di fronte ad una catastrofe migratoria"
Le parole del Cancelliere austriaco

Kurz: "Siamo di fronte ad una catastrofe migratoria"

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Commenti

Scrivi qua il tuo commento

Caratteri rimanenti: 1500


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU