NUOVA VITA

Torna al lavoro il capotreno ferito a colpi di machete

Una gang di latinos aveva aggredito Carlo di Napoli e il suo collega ferendolo e staccandogli quasi il braccio. Ora dopo delicate operazioni potrà iniziare una nuova vita

Redazione
Foto ANSA

Un fermo immagine diffuso dal TGR Lombardia e dal TG1 del 21 giugno 2015 tratto dal video di sorveglianza interno ai vagoni

Era l’11 giugno del 2015 quando a colpi di machete una gang di latinos staccò quasi il braccio a Carlo di Napoli, aggredito insieme al suo collega Riccardo Magagnin alla stazione di Villapizzone a bordo del treno in cui era in servizio. Da allora è cominciato un incubo fatto di delicate operazioni chirurgiche e una durissima riabilitazione ma ora potrà finalmente tornare al lavoro, seguirà infatti alcuni corsi, che lo impegneranno per un paio d’anni per poi occuparsi di formazione del personale.

Ora intervistato dai giornali risponde con maggiore serenità:"Un altro pezzettino della mia vita che recupero, un altro passo in più per un ritorno alla normalità! Sono felice ma ho anche un po' paura. Grazie mille di vero cuore a tutti coloro che mi hanno sempre supportato e anche sopportato e incoraggiato. Comunque... finalmente, ragazzi, finalmente!".



E ancora: " Mi mancherà lavorare sui treni. Devo però dire che con il mio braccio non avrei potuto viaggiare, non sarei stato in grado di azionare i dispositivi di sicurezza. Il compito principale di un capotreno è la sicurezza dell’esercizio. Noi siamo operatori della sicurezza".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Padellaro minaccia Salvini
il giornalista aizza via twitter, grimoldi risponde

Padellaro minaccia Salvini: "Fermatelo ad ogni costo!"

Travaglio condannato per diffamazione
per un articolo sulle intercettazioni

Travaglio condannato per diffamazione

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo
quasi staccarono un braccio a un controllore

Italia accogliona: il capo della pandilla di Milano chiede asilo

Incidente causato da Paolini, la donna più grave è morta
accusa di omicidio stradale per l'attore

Incidente causato da Paolini, la donna più grave è morta

Maltrattavano i bambini dell'asilo, tre anni all'ex titolare
A maestra e a ex coordinatrice 16 mesi e 7 mesi

Maltrattavano i bambini dell'asilo, tre anni all'ex titolare


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU