scegliamo italiano

Padova mangia veneto, non turco

L’iniziativa anti kebab è del sindaco Bitonci di Padova, che premia il prodotto di qualità

Andrea Lorusso
Padova mangia vento, non turco

Foto web

L’identità di un popolo, di un territorio, di un centro storico, passa anche per la sua inestimabile radice culinaria? L’ha pensata bene  il Sindaco di Padova Massimo Bitonci che nel provvedimento approvato dalla sua giunta comunale, prevede la  vendita di almeno il 60% di prodotti locali per l’apertura di un nuovo esercizio mordi e fuggi.

Il take away deve parlare italiano, veneto, specie nelle zone fulcro della città dove il turismo si concentra per apprezzare l’italianità enogastronomica e non un asettico ed estemporaneo pasto cosmopolita come il kebab. Importante sarà il vaglio del consiglio comunale, ma un’altra postilla graziosa la troviamo nella specifica della filiera produttiva. Perché come ben sappiamo a livello europeo, per il bollino “Made in Italy”  basta che l’assemblaggio ultimo dei prodotti avvenga nel Bel Paese, e invece la missiva del Sindaco puntualizza: “Per rientrare nella categoria di ‘filiera veneta’, è necessario che ogni fase della produzione del prodotto, dalla materia prima alla sua commercializzazione, avvenga nella Regione Veneto.

Bitonci non è nuovo a queste iniziative, già in passato aveva approvato limitazioni orarie alle 20.00 per la vendita del panino turco in zona stazione. Possiamo già prevedere il cliché delle critiche e delle accuse che saranno mosse in nome della discriminazione, della xenofobia, e altre parabole buoniste, ma non buone, come i nostri prodotti tipici.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"
un agente svela cosa c'è dietro gli sbarchi dalla tunisia

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU