Che vergogna...

117 crolli in tre anni: sarebbe questa la "buona scuola" secondo Renzi?

I cedimenti delle strutture scolastiche si susseguono in tutto il Paese, mentre sono sempre meno i fondi stanziati dal governo per la messa in sicurezza

Redazione
117 crolli in tre anni: sarebbe questa la "buona scuola" di Renzi?

Soffitto di un'aula crollato in Puglia. Foto ANSA

L'anno scolastico 2016-2017 è iniziato da poco più di un mese, ma da settembre si sono già avuti ben cinque crolli che hanno coinvolto strutture scolastiche, da Nord a Sud. Alla faccia della "buona scuola" propagandata dal presidente del consiglio, i dati parlano di una situazione disastrosa: negli ultimi tre anni, stando ai dati diffusi dall'associazione Cittadinanzattiva, nelle scuole italiane ci sarebbero stati 117 crolli con 18 feriti, solo per miracolo nessuno grave. Dalla Sicilia alla Lombardia dalla Toscana al Veneto, nessuna area del paese è stata risparmiata.

Sono sempre meno i fondi stanziati dal governo per i lavori di messa in sicurezza, che procedono a rilento. Il crollo più recente è avvenuto martedì 11 ottobre a Nichelino, in provincia di Torino, dov'è ceduto il soffitto della scuola Rodari, appena dopo la pausa pranzo: una bambina di quarta, di otto anni, è rimasta ferita alla testa mentre due compagni sono stati solo sfiorati dai calcinacci. Oltre al danno, la beffa: a giugno c'era stato un controllo di sicurezza che aveva certificato come fosse tutto a posto.

Il giorno precedente a Padova, presso l'elementare De Amicis, una maestra ha sentito scricchiolii in classe ed ha avuto la prontezza di evacuare i suoi alunni appena prima che una parte del soffitto in cartongesso crollasse. Il 30 settembre a Rho, presso l'istituto superiore Alessandro Manzoni di Via Pomè, un altro soffitto crollato. Il giorno prima alla scuola media Mameli di Via Linneo, Milano, durante la notte è collassata la copertura della palestra. A Roma i vigili del fuoco dovuto evacuare una scuola inaugurata nell'ottobre 2014.

Nel 15% dei 150 istituti monitorati in dieci regioni del Nord e del Sud si riscontrano lesioni strutturali. Due terzi delle scuole non possiedono la certificazione di agibilità statica. Negli ultimi tre anni scolastici si sono verificati 117 episodi di crolli di solai, tetti, controsoffitti o caduta di cancelli che hanno causato complessivamente 18 feriti. Nella metà delle scuole mancano le palestre. Nel 37% dei bagni delle scuole manca la carta igienica. Nel 50% dei bagni manca il sapone. Nel 30% delle scuole il percorso per raggiungere l'ingresso non e' facilmente praticabile per chi ha problemi di deambulazione.

Sono impietosi i dati che emergono dal Rapporto sulla sicurezza a scuola, che il 21 settembre aveva riscontrato distacchi di intonaco e segni di fatiscenza nelle segreterie (rispettivamente nel 38% e nel 33% dei casi), nelle sale professori (23%;17%), nei corridoi (21%; 21%), nei bagni (16%; 27%), nelle palestre (14%; 25%), nelle aule (14%;14%), nei laboratori (10%;10%), nelle biblioteche (9%;9%) e nelle mense (8%; 10%). Una scuola su sei presenta uno stato di manutenzione del tutto inadeguato e solo il 5% è in ottimo stato.

L'81% dei responsabili del servizio di protezione e prevenzione o dei dirigenti ha chiesto interventi manutentivi in un caso su quattro non è stato effettuato alcun intervento. Solo il 35% delle scuole possiede il certificato di agibilità statica, il 32% quello di agibilità igienico-sanitaria, mentre il certificato di prevenzione incendi è presente appena nel 10%. Tutto ciò senza contare che 1 scuola su 3 si trova in zone alto rischio sisma ma solo l'8% degli edifici risulta progettato secondo la normativa sui terremoti.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU