Invasione senza fine

Ancora 600 clandestini traghettati a Palermo: tra di loro ben 241 minorenni

Sono più di 1.200 gli africani traghettati dalla Libia in sole 48 ore. La recente liberazione di circa 6.000 detenuti ha provocato una corsa alle partenze

Redazione
Ancora 600 clandestini traghettati a Palermo: tra di loro ci sono 241 minorenni

Clandestini traghettati dalla nave Aquarius

Sembra non avere mai fine l'invasione, favorita dalle scellerate politiche del governo Gentiloni e dell'Unione europea che, proni agli ordini di padron Soros, favoriscono la sostituzione etnica della popolazione italiana con quella africana. Un caricamento dietro l'altro, sono più di 1.200 i clandestini traghettati dalla Libia in sole 48 ore. 600 di questi sono stati destinati a Palermo, trasportati dalla nave Aquarius della Ong Sos Méditerranée, una delle tante che lucra milioni di euro spacciandosi per associazione umanitaria. A bordo in 240 hanno meno di 18 anni, quindi non potranno essere rispediti indietro. Sono giorni e notti di intenso traffico nel Mediterraneo, dopo che la liberazione di circa 6.000 detenuti da parte delle milizie governative ha provocato una corsa alle partenze.

La Aquarius ha effettuato 7 caricamenti in 36 ore: prima a est di Tripoli, poi a ovest, poi di nuovo a est. Grazie alle condizioni meteorologiche clementi, l'imbarco dei nuovi villeggianti a spese dei contribuenti italiani si è svolto senza problemi; le operazioni sono state coordinate dalla centrale della Guardia costiera di Roma. Al termine delle operazioni sono risultate essere in totale 606 le persone a bordo della nave Aquarius che ha fatto rotta verso Nord dirigendosi verso Palermo. Un passeggero su tre risulta essere un minore. A bordo della nave 241 bambini e adolescenti, 178 dei quali non accompagnati, un record assoluto. Undici donne incinte, di cui due al nono mese di gravidanza, e un neonato di una settimana presi in carico dalla ostetrica di Medici Senza Frontiere.

I clandestini imbarcati tra martedì e mercoledì provengono da più di 15 Paesi differenti: Siria, Egitto, Mali, Costa d’Avorio, Guinea Bissau, Sudan, Marocco, Somalia, Eritrea, Senegal, Camerun, Nigeria, Liberia, Etiopia, Algeria, Ghana, Benin, Gambia e Yemen, mentre solo pochissime famiglie arrivano dalla Siria. Valeria Calandra, presidente di Sos Méditerranée, ha rinnovato un appello ai governi europei affinché venga predisposto un assetto di navi da trasporto nel Mediterraneo. "Le diverse operazioni di salvataggio effettuate dalla Aquarius in queste ultime ore su una vasta area marittima dimostrano che la crisi umanitaria nel Mediterraneo centrale continua o addirittura peggiora" ha detto la donna che è a capo di una delle maggiori organizzazioni che guadagnano sul business dell'immigrazione.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata
chiusi, Polizia trova 2.500 kg parmigiano sottratto

Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Latina, sorprende ladro, spara e ne uccide uno
Avvocato esplode 8 colpi di pistola

Latina: sorprende ladro, spara e ne uccide uno

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"
un agente svela cosa c'è dietro gli sbarchi dalla tunisia

Immigrati, la lettera del poliziotto ad un giornale: "Ma questa è un'invasione"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU