Nell'istituto di Bancali

Sassari, detenuto straniero aggredisce agenti in carcere: "Guerriglia quotidiana"

Il sindacato della Polizia penitenziaria: "Ogni giorno i nostri uomini vengono minacciati di morte. Richieste un'ispezione e l'avvicendamento del direttore

Redazione
Sassari, detenuto straniero aggredisce agenti in carcere: "Guerriglia quotidiana"

Il carcere di Sassari

"Il carcere dove sono reclusi i mafiosi più pericolosi d'Italia, dove ogni giorno avvengono minacce di morte agli agenti, è una guerriglia quotidiana". Così Domenico Nicotra, segretario generale aggiunto del sindacato della Polizia penitenziaria Osapp, descrive l'istituto di Bancali, a Sassari, dove giovedì un recluso straniero ha aggredito un agente impegnato in un normale giro d'ispezione assieme a un infermiere in turno per somministrare le terapie. "Una volta aperta la porta blindata", riferisce Nicotra, "il detenuto si è scagliato contro l'agente di sezione procurandogli varie contusioni. Anche il preposto alla sorveglianza generale è stato aggredito".

"È palese che simili accadimenti non possono essere addebitati alla sola carenza di personale di polizia penitenziaria che ovviamente risulta essere un dato incontrovertibile", sostiene il sindacalista, che sollecita un'ispezione nel carcere per "individuare eventuali responsabilità" e l'avvicendamento del direttore. "Probabilmente Bancali ha bisogno di dirigenti penitenziari con esperienza specifica nella gestione dei 'super boss'. Anche per riportare la serenità operativa al personale presente e consentire, nei limiti in cui fosse possibile nel carcere in argomento, il trattamento penitenziario, previsto dalla normativa".

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Cinquanta sfumature di Boldrini
Prima le donne, o i clandestini?

Cinquanta sfumature di Boldrini

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini
sequestrata e nascosta in uno scantinato

Asti, legata e violentata per 24 ore da due tunisini

Lecco, gang magrebina assalta i treni
siamo tornati al far west

Lecco, gang magrebina assalta i treni


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU