la "buona" scuola che fa schifo a tutti

L'Aquila, 700 studenti in piazza. In nome dei terremotati

Nove anni dopo il terremoto, le aule scolastiche ancora non ci sono. I giovani chiedono "moduli a uso scolastico definitivo"

Alfredo Lissoni
L'Aquila, 700 studenti in piazza. In nome dei terremotati

Foto ANSA

Circa 700 studenti delle scuole superiori dell'Aquila sono scesi in strada per protestare, con l'appoggio di presidi, docenti e genitori, contro la mancanza di sedi sicure dal punto di vista sismico e strutture come palestre e altro, problematiche che hanno portato quest'anno a uno 'spezzatino' del liceo Cotugno in varie aule di vari istituti.


Il corteo è partito intorno alle 9.30 da Colle Sapone, zona sede di un grande polo scolastico, e, dopo aver percorso via Strinella, si è radunato davanti a palazzo dell'Emiciclo, sede del Consiglio regionale, alla Villa comunale, per chiedere a gran voce risposte e soprattutto che, a quasi 9 anni dal terremoto, "si costruiscano finalmente i Musd, moduli a uso scolastico definitivo", parafrasando i Musp, che sono quelli provvisori edificati nella fase emergenziale post-terremoto 2009 ma ancora oggi in uso.


"Quello che ci stanno facendo non lo meritiamo", afferma Tommaso Cotellessa, rappresentante del Cotugno. "La nostra scuola quest'anno è divisa in cinque sedi". Manifestazioni studentesche si sono succedute in tutta Italia, da Nord a Sud, per dire no allo sfruttamento della cosiddetta "alternanza scuola-lavoro" e alle riforme nefaste del ministro Valeria Fedeli.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire
"non si può stare col capo coperto"

Bologna, col velo in tribunale. Il giudice la fa uscire

Sbaglia l'assegno per il funerale del nonno, lo Stato lo maximulta
accusato di aver violato le norme antiriciclaggio

Sbaglia l'assegno per il funerale del nonno, lo Stato lo maximulta

Rubato pc con software per cure malati. Il primario: "serve a salvare pazienti"
raccogliamo l'appello di un primario di palermo

Rubato pc per le cure ai malati: restituitelo, serve a salvare pazienti!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU