A rischio l'ospedale di Cefalù

In Sicilia in rivolta gli amministratori locali di ventiquattro comuni

Il sindaco Rosario Lapunzina avverte il governatore Rosario Crocetta: "Per fermare il piano sono pronto a lasciare il Pd assieme al gruppo dirigente di Cefalù"

Fabio Cantarella
In Sicilia in rivolta gli amministratori locali di ventiquattro comuni

"Giù le mani dall'ospedale di Cefalù". Usa subito toni forti il sindaco Rosario Lapunzina che apre davanti a più di mille persone una seduta pubblica del consiglio comunale convocata per dire no al piano di rimodulazione della rete ospedaliere siciliana con il quale viene fortemente ridimensionato l'ospedale Giglio.

La sanità siciliana vive una stagione difficile da quando a guidare la Regione Siciliana c'è il governatore Rosario Crocetta, elemento di spicco del Pd di Renzi.

Non si vuole entrare nel merito della lotta agli sprechi o di certe vicende giudiziarie che hanno coinvolto il chirurgo plastico Matteo Tutino, medico personale di Rosario Crocetta. No, non è questa la sede, qui in discussione c'è la percezione che il cittadino siciliano ha dell'affidabilità del settore sanità: ambulanze che non di rado giungono senza medico a bordo, punti nascite chiusi anche in luoghi abbastanza distanti da altri centri e, come in questo caso, ospedali di cittadine ridimensionati.

Tornando al consiglio comunale aperto al pubblico per dire "no" al ridimensionamento dell'ospedale Giglio di Cefalù, in prima fila c'erano i sindaci e i presidenti dei consigli comunali di ventiquattro paesi delle Madonie e della provincia di Messina, anche loro allarmati per la paventata soppressione di cinque reparti di alta specializzazione e la trasformazione del Giglio da struttura di rilievo regionale a presidio sanitario locale.

Prima all'assessore regionale alla Salute e poi durante l'assemblea infuocata nell'atrio della scuola media, il sindaco Rosario Lapunzina ha minacciato conseguenze politiche: "Per fermare il piano sono pronto a lasciare il PD assieme al gruppo dirigente di Cefalù". Oltre mille le firme in una petizione per la salvaguardia del nosocomio: l'assessore Baldo Gucciardi ha convocato i sindaci per giovedì.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Bello figo o brutto sbronzo?
visto da un cattolico

Bello Figo o brutto sbronzo?

Si è dimesso
renzi al colle da mattarella

Si è dimesso. Ora al voto!

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...
come james dean in gioventù bruciata

"Bello Figo"? Rappresenta il sogno degli immigrati...

Compagni, la festa è finita...
cala il sipario sul bomba

Compagni, la festa è finita...

VITTORIA!!!
Il popolo dice NO

VITTORIA!!!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU