Libia sempre più nel caos

USA e Italia: "Haftar ritiri le milizie dai pozzi di petrolio"

Stavolta l'Isis non c'entra. L'esercito di Haftar si oppone al governo di Serraj insediato dall'Onu. Le potenze occidentali "condannano gli attacchi contro i terminal petroliferi di Zuwaytina, Ras Lanuf, al Sedra e Brega". Chiedendo "un cessate il fuoco immediato"

Redazione
Usa e Italia: "Haftar ritiri le milizie dai pozzi di petrolio"

Foto ANSA

Non solo Isis. La Libia resta nel caos per la lotta tra fazioni. USA, Italia, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito hanno condannato l’ultima mossa del generale Khalifa Haftar, che nel fine settimana ha conquistato il porto petrolifero di Zuwaytina. "I governi di Francia, Germania, Italia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti condannano gli attacchi di questo weekend contro i terminal petroliferi di Zuwaytina, Ras Lanuf, al Sedra e Brega in Libia", si legge in un comunicato comune.

Haftar guida le milizie basate nell’est del Paese, dove ha sede il governo non riconosciuto di Tobruk. In opposizione al governo guidato da Serraj e insediato dalle Nazioni Unite a Tripoli. Le potenze occidentali, responsabili della guerra civile libica seguita alla destituzione di Gheddafi, sostengono che i pozzi petroliferi appartengano al “popolo libico”, dunque chiedono “il ritiro immediato e senza condizioni di tutte le forze armate", e "un cessate il fuoco immediato”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata
chiusi, Polizia trova 2.500 kg parmigiano sottratto

Il formaggio puzza. Furgone bloccato per un controllo: era merce rubata

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo
non la lasciano in pace neanche da morta

Trento, c'è Yara nel dossier del pedofilo

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo
salvini: "avanza il Partito della Libertà da sempre alleato della Lega"

Austria: Kurz asfalta i "buonisti". La Destra di Strache va al governo


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU