CON TUTTO IL RISPETTO ...QUALCOSA NON TORNA

Liliana Segre evoca il nazismo e poi vota il governo Conte voluto dall'invadente Germania

La nascita del neo governo M5S-PD è fortemente voluta giusto da quella Germania che per sottomettere l'Europa un tempo usò la forza militare mentre oggi punta su quella economica

Fabio Cantarella
Liliana Sepe evoca il nazismo e poi vota il governo Conte voluto dall'invadente Germania

La senatrice a vita Liliana Segre durante il suo intervento a favore del governo giallorosso

Massimo rispetto per la sua storia e auguri di cuore per il suo 89esimo compleanno, ma la senatrice a vita Liliana Segre dimostra di non avere altrettanto rispetto per gli oltre nove milioni e centoventimila italiani che alle recenti europee hanno votato per la Lega (9.128.842, per la precisione, di cui oltre 2,2 milioni di voti sono andati a Matteo Salvini, il più votato nel Nord Ovest, ma anche in Sicilia in una competizione elettorale, è bene dirlo, vera in cui gli italiani sono stati chiamati a scrivere nome e cognome sulla scheda e non a sbarrare una lista precompilata). 

Cosa è accaduto in Senato? La poco democratica senatrice Segre ha attaccato senza mezzi termini la Lega nel tentativo di giustificare il suo vergognoso voto a sostegno della nascita del neo governo M5S-PD, fortemente voluto giusto da quella Germania che per sottomettere l'Europa un tempo usò la forza militare mentre oggi punta su quella economica: "Mi hanno preoccupato - ha detto una a dir noi quantomeno confusa senatrice Sepe - i numerosi episodi susseguitisi durante l’ultimo anno che mi hanno fatto temere un imbarbarimento con casi di razzismo trattati con indulgenza, la diffusione dei linguaggi di odio. Il continuo richiamo della politica italiana a simboli religiosi le ricorda il 'Gott mit uns' (in tedesco 'Dio con noi', ossia il simbolo scritto nelle fibbie dell’esercito nazista. A me fa questo effetto — ha detto ancora Liliana Sepe — forse qui sono la sola a cui fa questo effetto...". I leghisti in aula le hanno ricordato come non ci sia nulla di male nel credere in Dio e professare la propria fede civilmente tanto che proprio l'attuale premier Conte si è presentato in Rai esibendo una immagine di San Padre Pio, ma la senatrice ha preferito non rispondere. 


L'incoerenza o la scarsa conoscenza delle vicende politiche della senatrice a vita emerge anche in un altro passaggio del suo discorso: "A inizio legislatura ho presentato una proposta di legge per l’istituzione di una commissione di indirizzo e controllo dei fenomeni dell’hate speech (parole e discorsi che esprimono odio e intolleranza) ...". La senatrice a vita vada un po' a ripercorrere la recente storia politica e verifichi come Beppe Grillo con i suoi vaffa, oggi tutti rimangiati, ha costruito il consento del Movimento Cinque Stelle suscitando odio verso una classe politica con la quale alla fine oggi si è alleato.


Beh che dire, il Movimento Cinque Stelle parla di ridurre il numero dei parlamentari, ma la giornata odierna ci conferma che sarebbe invece il caso di iniziare ad abolire i, non eletti dal Popolo, senatori a vita.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Quanto si muore di Aids in Italia
Hiv e Aids, gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità

Quanto si muore di Aids in Italia

Lazzaretto Italia. E militari schierati
coronavirus, misure drastiche del governo

Lazzaretto Italia. E militari schierati

Coronoavirus, la psita dell'esperimento militare
come nel telefilm "I sopravvissuti"

Coronavirus, la pista dell'esperimento militare

Codogno, camion di traverso e la gente non entra in paese
psicosi coronavirus e leggende urbane

Codogno, camion di traverso e la gente non entra in paese

Epidemia in Cina, la Rete sfotte Bergoglio
"con tutti gli ospedali che ha la chiesa..."

Epidemia in Cina, la Rete sfotte Bergoglio


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU