Nuova Commissione: l’Eurosocialismo è servito!

L’asse Roma-Bruxelles: governare senza i voti

Presentata la lista completa dei commissari della squadra di Ursula von der Leyen: 10 su 26 sono socialisti. E, nonostante i partiti appartenenti al PSE siano in calo un po’ ovunque, il nuovo “esecutivo europeo” nasce in perfetta continuità con la Commissione Juncker. E Gentiloni diventa pure “il mio amico socialdemocratico” (Moscovici)

Giuseppe Brienza
L’asse Roma-Bruxelles: governare senza i voti

Il presidente eletto della Commissione di Bruxelles, Ursula von der Leyen, ha presentato martedì la squadra del nuovo esecutivo europeo con le varie deleghe alle diverse tematiche trattate. “Ho imparato molto da Jean Claude Juncker, sarà un onore prendere la sua successione”, ha dichiarato nell’occasione l’ex ministro tedesco della difesa, nota per essere una fedelissima del Cancelliere Angela Merkel.

Nella lista dei commissari predisposta dalla von der Leyen la maggioranza dei componenti è incredibilmente composta da esponenti socialisti, 10 su 26, capeggiati dal più importante vicepresidente esecutivo - uno dei tre più alti in grado, fra gli otto complessivamente previsti -, l’olandese Frans Timmermans, grande amico del segretario Pd Nicola Zingaretti. A Timmermans è stato affidato uno dei cavalli di battaglia del “socialismo verde” globalista, vale a dire il cosiddetto “Green deal” europeo, cioè il finanziamento di discutibili e dispendiose politiche ambientali e di produzione e implementazione di nuove forme di energie rinnovabili.

Il commissario italiano delegato agli Affari economici e monetari, l’ex primo ministro Paolo Gentiloni, suggella poi con questo suo nuovo incarico l’ingresso ideale nella “famiglia socialista europea”. Nel tweet scritto per passare il testimone al suo successore nell’incarico a Bruxelles, infatti, il famigerato commissario francese Pierre Moscovici l’ha salutato come “un amico ed una scelta eccellente, saprà portare i valori e le idee della famiglia socialdemocratica”.

Sta per entrare in carica, dunque, un “esecutivo europeo” a tinte rosse, che suggella la tendenza condivisa con l’attuale Governo di Roma e della sinistra continentale di voler governare senza avere i voti. Ricordiamo infatti che i partiti appartenenti al gruppo del PSE, alle ultime elezioni del 28 maggio, hanno perso un po’ ovunque e sono in calo costante anche nelle successive consultazioni amministrative o locali. Oltre ai dieci commissari socialisti, ce ne sono 9 popolari, 5 liberali, un verde, un conservatore filo-Ue e un “indipendente”. La nuova “Commissione Ursula” entrerà in carica il 1° novembre e, se non cambieranno le cose, resterà in carica fino al 31 ottobre del 2024.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

VIDEO / È arrivato un bastimento carico di... malanni
"cose che qui in Italia non si vedono più da DECENNI”

VIDEO / È arrivato un bastimento carico di... malanni

Se Scanzi è ossessionato da Salvini...
"Salvini sopravvive a fatica alle sciocchezze che dice"

Se Scanzi è ossessionato da Salvini...

Parigi, in 13.500 alla marcia contro l'islamofobia
la partecipazione ha spaccato la classe politica

Parigi, in 13.500 alla marcia contro l'islamofobia

Elezioni in Spagna: VOX vola al 15% e diventa la terza forza politica nazionale
Ieri per la quarta volta in quattro anni si è votato in Spagna per le politiche

Elezioni in Spagna: VOX vola al 15% e diventa la terza forza politica nazionale


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU