Il tesoretto di Allah

La Guardia di Finanza colpisce i terroristi dell'Isis... nel portafoglio

Creato un nuovo gruppo investigativo della GdF per mettere in pratica delle misure straordinarie che colpiscano i conti correnti ed i beni degli jihadisti

Ismaele Rognoni
Roma, Giubileo: abusivi 7 B&B su 10, evaso un milione di euro

Un'operazione della Guardia di Finanza. Foto ANSA

Il terrorismo vive e sopravvive anche per merito di tutti i finanziamenti che riceve da paesi o da privati che hanno tutto il guadagno a far sì che i tagliagole islamici seminino terrore e morte in tutto il mondo. Pertanto, il Comandante Generale Giorgio Toschi ha ottenuto la creazione di un gruppo investigativo sul finanziamento del terrorismo: il "Gift". Questo nucleo speciale lavorerà all'interno della Polizia valutaria per analizzare ed intervenire qualora si ravvisassero dei finanziamenti destinati agli jihadisti.
Nei primi sei mesi del 2016 le operazioni sospette ravvisate sono state 696 anche se si tratta, per la maggior parte, di segnalazioni che non hanno collegamenti con il terrorismo internazionale. Tuttavia sono state scoperte 7 informative per associazioni a delinquere con finalità di terrorismo, 3 per favoreggiamento agli associati e 2 in fascicoli aperti per l'addestramento alle attività di terrorismo.
Attualmente sono 14 le indagini che si stanno svolgendo riguardo al finanziamento del terrorismo.

Uno dei primari canali sotto osservazione è quello dei money transfer, ossia quello strumento che permette agli immigrati di inviare e ricevere denaro dalla propria patria. Secondo la Banca d'Italia i money transfer, nel 2015, hanno avuto dei movimenti pari a 5,21 miliardi di euro diretti maggiormente verso il Bangladesh, la Cina e la Romania. E' stato anche osservato che tutti i recenti attentati terroristici sono stati anticipati da trasferimenti finanziari mediante i money transfer.
Il generale Toschi ha ordinato dei controlli specifici nei 35mila punti presenti in Italia. Da giugno al 2 agosto sono stati controllati 146 punti e sono stati analizzati 282 soggetti, di cui 53 con precedenti giudiziari mentre 6 sono state le denunce.

Visto il dilagarsi del terrorismo islamico che sta mettendo a ferro e a fuoco l'Europa e ha contribuito a far innalzare il livello di controllo anche in Italia, sono state adottate alcune misure straordinarie come il congelamento delle risorse economiche e il sequestro dei beni.




LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Salvini espelle Anila, reclutava donne per l'Isis
Spinse Fatima in Siria: "A Parigi fatto bene, Allah li protegga"

Salvini espelle Anila, reclutava donne per l'Isis

Da quando c'è Salvini, -90000 sbarchi!
Da quando c'è Salvini, -90.000 sbarchi!

Ecco l'uomo che ha fermato le Ong

Belluno, i vigili fermano il carro funebre con la salma
inflessibili. sconcerto parenti defunto

Belluno, i vigili fermano il carro funebre con la salma

Salvini: "I furbetti non possono vivere a spese degli altri"
Solidarietà da parte del Ministro dell'Interno

Salvini: "I furbetti non possono vivere a spese degli altri"

Salvini: "Le lobbies di Bruxelles ci ostacolano"
atto d'accusa contro i poteri forti

Salvini: "Le lobbies di Bruxelles ci ostacolano"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU