per la gioia dei kompagni

A Milano arriva il Cannabis Day. La protesta della Lega

Rolfi: "Inaccettabile che una simile iniziativa avvenga alla luce del sole come iniziativa promozionale del consumo di droga"

Alfredo Lissoni
A Milano arriva il Cannabis Day. La protesta della Lega

La locandina della discutibile iniziativa e, a destra, il leghista Fabio Rolfi

Ci mancava solo questa, il Cannabis Day a Lambrate, popoloso quartiere di Milano. Proprio nei giorni in cui, al Pirellone, il procuratore del Tribunale dei minori di Milano, Ciro Cascone, aveva spiegato ai media quanto fossero pericolose le droghe leggere, anticamera di quelle pesanti. Ma a qualche centro sociale l'idea (sulla scorta della legalizzazione della cannabis in Canada) deve essere piaciuta particolarmente.


Protesta il consigliere regionale leghista e presidente della III Commissione Sanità e politiche sociali Fabio Rolfi. Che dichiara: “Ritengo inaccettabile che una simile iniziativa avvenga alla luce del sole come iniziativa promozionale del consumo di droga. Si tratta di un messaggio sbagliato nei confronti dei ragazzi, in un periodo storico in cui la droga ritorna prepotentemente su vasta scala ed è causa di un disagio giovanile che la stampa ci testimonia ogni giorno”.

“La zona individuata per la discutibile manifestazione, a Lambrate”, spiega Rolfi, “è situata a poche decine di metri da luoghi di recupero per tossicodipendenti, la qual cosa risulta particolarmente offensiva”. “Per questi motivi”, conclude il consigliere regionale leghista, “chiedo che le autorità provvedano a fermare questa manifestazione oltraggiosa ed illegale ed invito il Comune di Milano e gli organi preposti ad intervenire preventivamente, vietando ogni tipo di assembramento finalizzato alla promozione e al consumo di droga. L'eventuale inerzia significherà un atto di ideale complicità”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini
incastrati dalle foto, ora confessano

Era tutto vero: Macron ci scarica i clandestini

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"
"sarebbe inaccettabile per gli altri paesi"

Juncker ce le rompe ancora: "Non favoriremo l'Italia"

Ce le siamo rotte della Ue!
italexit? il 66% degli italiani dice sì

Ce le siamo rotte della Ue!


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU