Guai per il governatore Pd della Campania

Fritture, gite e stipendi: altro che battute! De Luca è indagato per voto di scambio

Aveva invitato 300 sindaci ad offrire fritture di pesce piuttosto che gite in barca pur di convincere gli elettori a votare sì al referendum costituzionale

Redazione
Fritture, gite e fondi: altro che battute! De Luca è indagato per voto di scambio

Renzi e De Luca. Foto ANSA

La Procura di Napoli ha aperto un fascicolo sulle dichiarazioni espresse dal governatore Pd della Campania, Vincenzo De Luca, nel corso di un incontro con circa 300 amministratori locali ai quali chiedeva di darsi da fare per far votare sì al referendum costituzionale dello scorso 4 dicembre. Il fascicolo era già stato aperto il 24 novembre, ma ora è stata individuata l'ipotesi di reato che sarebbe quella di istigazione al voto di scambio, come riportato mercoledì da diversi organi di stampa. Il governatore aveva invitato 300 sindaci a prendere ad esempio il sindaco di Agropoli indagato per corruzione "Franco Alfieri, notoriamente clientelare" per raccogliere voti alla causa del sì.

Nel corso dell'incontro con gli amministratori locali che si svolse in un albergo di Napoli, De Luca incoraggiò i sindaci ad inviare fax nei quali indicare i voti "conquistati" e invitò anche ad offrire fritture di pesce piuttosto che gite in barca pur di convincere gli elettori. Una battaglia per il sì che conveniva fare, spiegò, in vista dei tanti fondi che sarebbero arrivati, in caso di vittoria, dal Governo. "Battute goliardiche" le ha definite martedì il governatore della Campania. Ad essere sentito dal pool della Procura di Napoli è stato il portavoce di De Luca, Paolo Russo, che era presente a quell'incontro. Al vaglio degli inquirenti ci sarebbe anche un altro aspetto: il ruolo di commissario in pectore alla sanità campana con cui De Luca si presentò alla platea; il riferimento ai laboratori ("ci sono 400 laboratori, sono tanti voti") come agli studi professionali sarebbe stato fatto non a caso.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più

Non solo via mare: drone svela l'esodo biblico attraverso la Slovenia
Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più
i nostri anziani trattati come parassiti

Il rammarico di Padoan: gli italiani non crepano più


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU