la Motta ed il mangiar sano

Il Panettone Motta cuoce l’ideologia vegana

In un Paese dove dire verità scomode può costare caro, il genio commerciale della Motta tira fuori un Panettone anti-vegan

Andrea Lorusso
Il Panettone Motta cuoce l’ideologia vegana

Foto engage.it

Sarà nella genetica la loro irritabilità, nella trasformazione antropologica di chi, nutrendosi di insalate, kamut, mais, avocado ecc, perde il gusto per l’ironia e perdendo l’ingrediente della pazienza, si imbufalisce come un ortaggio marcio.

La Motta, storica azienda milanese dei panettoni , tira fuori un esilarante spot (https://www.youtube.com/watch?v=SbeNU9JA-n8) in cui difende la sana tradizione per la quale, burro e uova non possono prescindere (oltre ad una lievitazione naturale) nell’unico prodotto originale e riconosciuto come tale. E nella descrizione a corredo: “Il Panettone Motta è il Panettone originale, dal 1919. Per questo, Motta non intende rinunciare alla sua ricetta. Anche se oggi vanno di moda ben altri ingredienti.

Da oggi con bacche di goji!, scherzando chiude lo spot. Una irriverente ed intelligente scelta aziendale che vuole sottolineare come loro, a differenza dei competitor, restano nel solco della più sana cucina tradizionale italiana e non vendono il loro Panettone alle mode culinarie, ove, più che puntare alla qualità della vita, sono divenute vere e proprie ideologie del mangiar sano, portate all’estremo.

La rete non ha atteso a far scoppiare la propria polemica, parodie, incendiari commenti degli haters che da sempre aleggiano su internet, interviste di altre aziende che invece raccontano d'aver sfornato panettoni vegani, anche se non possono registrare il marchio.

“Da sempre, quello di sempre.” Viva la sincerità e viva la coerenza, sperando non vengano costretti a virare come accadde al povero Guido Barilla, che si permise di esprimere un pensiero onesto: “Non farò mai uno spot con dei gay, il nostro target di riferimento è la famiglia tradizionale.” Bersagliato dalla lobby gay, boicottato negli USA, spese milioni di dollari per orientare il proprio marchio su una posizione gay-friendly, scusandosi e pagando amaro pegno al pensiero unico dominante.

Mi schiero fieramente dalla parte della Motta, e di tutti quelli che con coraggio non cambiano gli ingredienti del proprio pensiero per sottostare allo schiaffo del politicamente corretto. Sapete com’è, se in cucina non v’è amore, il piatto non è saporito.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Progetto covid: "Sterminate il mondo"
nuovo ordine mondiale - 3

Progetto covid: "Sterminate il mondo"

Liquirizia mania
liquirizia mania

Liquirizia mania

Mais Ogm, l'esperto del Cnr: "Sono anni che lo diciamo"
studio ventennale esclude pericoli per la salute

Mais Ogm, l'esperto del Cnr: "Sono anni che lo diciamo"

a
Bello é buono

Lo strudel casareccio

MON 810, il mais della discordia vietato in Italia
ogm sì, ogm no: quel regalo alla Monsanto

MON 810, il mais della discordia vietato in Italia


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU