intervista all'economista ribelle

Forchielli: "Italia messicanizzata. Senza sicurezza nessuna ripresa"

Conoscete Alberto Forchielli? Economista, imprenditore e opinionista di fama tanto in Italia (ospite fisso di Radio24) quanto in Cina, ha appena sfornato il suo ultimo libro Il potere è noioso (edito da Baldini e Castoldi) che spiega concetti complicati con un linguaggio schietto

Max Ferrari
Italia messicanizzata. Senza sicurezza nessuna ripresa.

Estremamente popolare (oserei dire populista) anche sul web, Forchielli ha aperto una discussione su quella che lui, argutamente, definisce la “messicanizzazione” dell'Italia. Discussione che si è particolarmente accesa dopo la morte, a seguito di uno scippo, della studentessa cinese a Roma e che, pur insabbiata dai giornali italiani e non cavalcata da quelli cinesi ha destato clamore e timore in Asia. La prima reazione scritta di Forchielli è stata lapidaria: “Messaggio a tutti quei coglioni che vogliono un'Italia tutta cibo, turismo e cultura: la criminalità fa scappare I turisti, questa è messicanizzazione! La criminalità uccide ogni tipo di economia, illusi idioti!". Applausi! Come se l'avessimo scritto noi; e allora lo abbiamo chiamato.


Non si pente di quello che ha scritto su Facebook? Sulla sua pagina leggiamo: “I politici lottano per potere e vitalizio, giudici eunuchi rendono polizia inerme, noi siamo in balia del crimine, turisti e investimenti scappano, ma quanto cazzo ci vuole a capire che il problema più urgente è la sicurezza?”. Davvero lei vede una correlazione tra la criminalità dilagante e una economia stagnante?

Sì certo. Le statistiche governative sulla criminalità e l'economia sono falsate per tenere buona la gente. Dobbiamo invertire le priorità e mettere la sicurezza al primo posto. Quella possiamo aggiustarla in fretta se vogliamo, l'economia no. Continuiamo a farci dei pippotti mentali per degli 0,1% di GDP e Finanziaria che non significano nulla, sono solo devianze statistiche. Per ricostruire l'economia serviranno 30, 40, 50 anni, ma in un paese criminale nessuna economia si rimetterà mai in piedi, è questo che non ha capito quell'imbecille di Renzi. Pensava che con un 0,5% di GDP avrebbe preso una montagna di voti, ma noi manco ce ne siamo accorti di quella crescita insignificante. Al contrario andare in giro con un senso di paura vale molto di più del 0,5% del PIL. Senza contare che un'economia messicanizzata fa scappare talenti, investimenti, turismo, il paese muore.


A questo proposito lei ha lanciato l'allarme “messicanizzazione”, cosa vuol dire?

Che siamo sulla strada del Messico. Una nazione maculata, con aree di eccellenza industriale ai confini con gli USA, delle zone co-controllate dallo Stato e dalla malavita e altre totalmente controllate dalle mafie. Nel complesso siamo di fronte a una economia sommersa gigantesca e a una costante erosione delle aree virtuose. Chi osa investire con una instabilità simile? In Italia siamo lanciati sulla stessa rotta: nel breve non vedo possibilità tecniche di ripresa economica e con una instabilità simile anche lo scenario politico sarà sempre più di tipo sudamericano, con un continuo succedersi di governi.


Lei è stato molto colpito dalla morte di Zhang Yao a Roma. Mentre i giornali italiani ne parlavano come se fosse un incidente ferroviario lei ha sottolineato le responsabilità della politica. Crede che episodi simili siano sufficienti ad abbattere anche l'ultima industria davvero funzionante che è quella del turismo?
Guardi. In Cina attraverso la messaggeria di “WeChat” è arrivato a 900 milioni di utenti un messaggio chiaro: "Non andate in Italia". Naturalmente non è una cosa automatica,ma gli episodi si ripetono e non si fa nulla per arginare il fenomeno. A Parigi in questa maniera hanno già perso un terzo dei turisti asiatici. Senza il turismo cinese che è il primo al mondo dove andiamo? E poi credete che gli altri turisti stranieri in Italia non abbiano avuto problemi? Ma non vedete che perdiamo posti nelle classifiche mondiali del turismo ogni anno. Siamo sesti in classifica adesso e investimenti esteri non arrivano se non per comprare le nostre migliori aziende per poi smontarle e portarle via. Su ragazzi aprite gli occhi! Serve sicurezza!


Non la sento ottimista. Durante le consultazioni per il nuovo governo lei ha scritto: ”Ma perché per fare il Governo di Transizione bisogna parlare anche con Napolitano che alle 5 del pomeriggio dovrebbe essere in casa per pucciare dei biscotti nel caffellatte e poi andare a letto!”. E adesso?
Gentiloni è la testa di legno di Renzi che si è giocato il tutto per tutto e ha speso anche soldi che non aveva, per chi rimane adesso sono cavoli amari.Temo un nuovo patto del Nazareno, il governo farà poco a nulla per arrivare alle elezioni senza essere troppo impopolare e d'altra parte se fossi un partito cercherei di espormi il meno possibile per non arrivare alle prossime elezioni con l'odio degli elettori, perché oramai Renzi ha succhiato tutti i soldi possibili per vincere il referendum, quindi a quelli che arrivano non rimangono che le ossa da spendere e non esiste nulla per ridare il sorriso agli Italiani nei prossimi 50 anni.


Chiudiamo con il salvataggio di MPS...

MPS? Altro che "Piano B"; qua ce lo mettono nel "lato B"!

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Spariti quasi 4000 finti profughi
Dal centro di via Regina Teodolinda

Como, spariti quasi 4.000 finti profughi

Reddito di cittadinanza M5S, Borghi: "Una pacchia per immigrati e rom"
Intervista al responsabile economico della Lega

Reddito di cittadinanza M5S, Borghi: "Una pacchia per immigrati e rom"


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU