“RISORSE” IN AZIONE

Tenta di entrare in una casa con sole donne, presunto profugo denunciato nel bresciano

Il richiedente asilo prima ha fissato le donne, poi ha cercato di introdursi nell’abitazione. Durissimo il commento della Lega con Borghesi: “Inaccettabile!”

Giacomo Zobbio
Tenta di entrare in una casa con sole donne, presunto profugo denunciato nel bresciano

Borghesi (Lega) e auto dei carabinieri a Collio (Foto di repertorio)

Doveva essere un pranzo tra sole donne della famiglia, invece si è trasformato ben presto in un momento di paura. Un presunto profugo ha cercato di introdursi nella casa di un’anziana donna, mentre questa si trovava con le figlie e la nipote. Il fatto, come riporta il Giornale di Brescia, risale a qualche giorno fa. Il ragazzo è ospite di uno degli alberghi della zona, non lontano dalla casa della signora, e circolava liberamente per il paese.

Le donne hanno raccontato di essersi trovate l’immigrato alla finestra, che le fissava con gli occhi sbarrati. Nonostante continuassero a chiedergli cosa volesse, il sedicente profugo non diceva nulla e continuava a fissarle. Ad un certo punto ha cercato pure di introdursi in casa dalla porta, ma una delle donne ha prontamente chiuso la porta a chiave per evitare spiacevoli inconvenienti.

L’anziana donna è rimasta sotto shock, il ragazzo è stato denunciato ai carabinieri di Gardone per essersi introdotto in proprietà privata senza permesso.

Durissimo il commento della Lega, con il deputato uscente Stefano Borghesi che dichiara questa situazione inaccettabile. “Il tentato ingresso di un richiedente asilo nell’abitazione di un’anziana donna di Collio dimostra che il modello di accoglienza voluto dal governo è fallimentare e pericoloso per i comuni cittadini”. “Il sedicente profugo - ha proseguito Borghesi - non solo si è introdotto nella proprietà privata dell’anziana signora, ma ha cercato pure di entrare in casa mentre questa stava pranzando con le figlie e la nipote. Tutto questo è inaccettabile”. “Situazioni come questa si ripetono in continuazione sul territorio nazionale, è inaccettabile mettere a repentaglio la sicurezza dei nostri cittadini per accogliere chi sostiene di scappare dalla guerra, quando solo il 9% viene riconosciuto come profugo”.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Ci siamo giocati il Padre Nostro! La Chiesa lo cambia
Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse
Tensione al sit-in, giovane colpito

Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"
stupro di rimini, l'avvocatessa buonista

"Un africano non sa che in Italia non si può violentare"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU