Scandalo pentastellato

Rimborsopoli, le finte dimissioni dei grillini "furbetti"

Di Maio dice che i “furbetti” del rimborso rinunceranno al seggio attraverso la firma di un documento ad hoc. Ma per legge non è possibile rinunciare alla candidatura o dare le dimissioni una volta eletti

Redazione
Rimborsopoli, le finte dimissioni dei grillini "furbetti"

Foto ANSA

Lo scandalo Rimborsopoli che ha travolto il M5S si allarga di ora in ora. Ma c’è qualcosa che non torna nella difesa abbozzata da Luigi Di Maio, il quale assicura che i candidati “furbetti” del rimborso rinunceranno al seggio, qualora fossero eletti, attraverso la firma di un documento ad hoc. Ma si tratta di pura propaganda. Qualsiasi cosa firmeranno costoro, nessun automatismo è possibile in questo senso.

Per legge non è possibile rinunciare alla candidatura o dare le dimissioni una volta eletti. L’elezione viene regolarmente certificata e diventa effettiva, che l’interessato lo voglia oppure no: sarà poi un voto del Parlamento, su eventuale richiesta del deputato o senatore, a decidere se accettare o meno le dimissioni. Un iter complicato e certamente lungo, che nessun documento firmato in campagna elettorale può stravolgere. Tant'è che un ex M5S come il senatore Giuseppe Vacciano ha tentato per 3 anni di dimettersi dalla carica senza successo.

Insomma, una pantomima nella pantomima. Le dichiarazioni dei grillini, leggi alla mano, appaiono bizzarre parole al vento. Andrea Cecconi, per esempio, accusato di aver simulato un versamento di 21mila euro, sui social ha scritto di “aver già deciso di rinunciare alla mia elezione: il 4 marzo cederò il passo e andranno avanti gli altri candidati del Movimento”. Peccato che non le cose non funzionino così.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ci siamo giocati il Padre Nostro! La Chiesa lo cambia
Marco Travaglio, il bacio galeotto. Lei non è la moglie...
fa i pistolotti moraleggianti agli altri e poi...

Marco Travaglio, il bacio galeotto. Perché lei non è la moglie...

Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse
Tensione al sit-in, giovane colpito

Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse

Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse
Tensione al sit-in, giovane colpito

Salvini a Napoli, si scatenano le zecche rosse

Saviano insulta Salvini: "Vali poco, fastidioso parassita"
senza la scorta pagata da noi, sbrocca

Saviano insulta Salvini: "Vali poco, fastidioso parassita"


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU