golpe dopo golpe

La Turchia verso il presidenzialismo, Erdogan sempre più forte

Trovato l'escamotage per segare politicamente gli oppositori: in caso di sentenza di condanna per un crimine che comporta ineleggibilità, l'imputato decade automaticamente dalla carica

Redazione
La Turchia verso il presidenzialismo, Erdogan sempre più forte

Se la ride sotto i baffi, il premier Erdogan. Perché a pochi giorni dall'inizio del dibattito parlamentare la Turchia viaggia spedita verso il presidenzialismo, che gli regalerà poteri quasi assoluti. Tra la sera di venerdì e sabato mattina infatti, il Parlamento ha approvato il nono, il decimo e l'undicesimo emendamento contenuti in un pacchetto di 18 articoli, che dovrebbe portare il Paese a realizzare una riforma fortemente voluta e ispirata dal presidente Recep Tayyip Erdogan. La propaganda anti-Gulen, gli arresti ed i giri di vite hanno funzionato.


L'approvazione degli articoli 9 e 10 muta i meccanismi che portano alla messa in stato di accusa del presidente della Repubblica, i (previsti) vicepresidenti e gli esponenti del governo, per la quale è richiesta la maggioranza assoluta dei voti del Parlamento, che conterà 600 parlamentari. La proposta deve essere poi discussa entro un mese e approvata dai tre quinti dell'Assemblea. In base alla composizione di quest'ultima sarà poi formata una commissione di 15 parlamentari che in due mesi (più un terzo eventuale) dovrà pronunciarsi sul caso e produrre un' informativa per il parlamento cui spetterà la pronuncia definitiva nei 10 giorni successivi, pronunciandosi in via definitiva sulla messa in stato di accusa.


Per rimettere al giudizio della Corte Suprema le più alte cariche dello Stato serviranno poi i due terzi dei voti a favore, e spesso con voto a scrutinio segreto. La Corte Suprema ha poi 90 giorni (più altri eventuali 90) per pronunciarsi sull'incriminazione. In caso di sentenza di condanna per un crimine che comporta ineleggibilità, l'imputato decade automaticamente dalla carica.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Clandestini, chi ci mangia
l'inchiesta shock de la verità

Clandestini, quando si dice risorsa...

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita
carpi, Vittima 19enne per bottino da 100 euro

Tunisino lo sfregia al volto per rapinarlo, ragazzo rovinato a vita

Immigrati, chi ci campa?
accoglienza e bastonate

Immigrati, chi ci campa?

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Eritrea. Stop sanzioni, stop emigrazione!
I due paesi del Corno d’Africa hanno deciso di mettere fine allo stato di guerra

Eritrea: stop sanzioni, stop emigrazione!


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU