Intervista allo storico leader del movimento gay

Franco Grillini: "Sono contrario alla costruzione delle moschee. L'estremismo islamico è un grave pericolo"

"Nella nostra comunità c'è chi non lo ammette per il timore di essere additato come razzista o islamofobo. Io non faccio sconti ai cardinali figuriamoci se li faccio agli imam"

Marco Dozio
Franco Grillini: "Sono contrario alla costruzione delle moschee. L'estremismo islamico è un grave pericolo"

Foto ANSA

Pareva una gara a scansare il termine islam, a omettere la definizione di terrorismo islamico. Parole incredibilmente non pervenute nelle dichiarazioni di cordoglio e commento di certa sinistra e di certi esponenti del mondo gay. Il tabù del politicamente corretto per la strage di Orlando impone di parlare genericamente di omofobia, senza indicarne la matrice ideologica e dunque islamica. Non è il caso però di Franco Grillini, leader storico della comunità gay, fondatore del primo circolo omosessuale a Bologna e dell’Arcigay nazionale di cui è attualmente presidente onorario, direttore di Gaynet, ex parlamentare di sinistra. Ora, a 61 anni, è in lotta contro un tumore molto aggressivo. “Qualcuno teme di essere additato come razzista o islamofobo. A me queste cose non interessano. Mi sono opposto alla costruzione di moschee e ho sempre detto che l’estremismo islamico è un nemico da combattere”.

 

Perchè nel comunicato ufficiale dell’Arcigay e nelle dichiarazioni di commento alla strage di Orlando non è mai citata la matrice islamica dell’attentato?

Bisognerebbe chiederlo a chi ha scritto quel comunicato, cioè al segretario dell’Arcigay Piazzoni.

 

Lei che è presidente onorario dell’Arcigay cosa ne pensa?

Io ho sempre citato la questione islamica. Non ho mai avuto problemi a discutere di questo o a schierarmi contro la costruzione della moschea a Bologna. La matrice islamica l’ho citata eccome nei miei commenti.

 

Quindi perché alcuni esponenti del movimento gay e ampi settori della sinistra evitano addirittura di menzionare il fatto che si sia trattato di terrorismo islamico?

C’è la paura che la destra della Lega e della Meloni ci inzuppi il biscotto, c’è la paura di dar fiato a chi come Trump sostiene che il problema principale è quello islamico.

 

Dunque è una questione di opportunismo politico?

Per quanto mi riguarda ho sempre detto che l’estremismo islamico va combattuto come tutti gli estremismi, cattolici o ebraici che siano. Tutte le manifestazioni di fanatismo religioso sono deleterie e vanno combattute.

 

Nella sua ottica l’islam non rappresenta un pericolo maggiore?

Il fanatismo islamico produce lupi solitari che vanno in giro a sparare, soprattutto in America. Ma non farei un parallelo col Bataclan: quella era una strage organizzata, qui c’è un ragazzo con un profilo psichiatrico ancora tutto da interpretare. Detto questo ho sempre sottolineato che l’estremismo islamico è un nemico da combattere, e l’ho sempre detto con grande serenità.

 

Favorevole o contrario alla costruzione di nuove moschee?

Sono stato contrario alla costruzione di moschee e sono contrarissimo al fatto che ciò avvenga e sia avvenuto con denaro pubblico. Come sono contrario a finanziare con denaro pubblico la costruzione di chiese cattoliche. Sono un anticlericale coerente: non faccio sconti ai cardinali si figuri se li faccio agli imam.


La sua non pare una posizione condivisa all’interno del movimento gay.

No, al contrario credo sia condivisa. Tutti hanno paura dell’estremismo islamico, bisognerebbe essere matti per non averne. C’è però il timore di passare per razzisti e di venire accusati di islamofobia. In questo senso esiste una ritrosia che porta ad essere particolarmente prudenti. Necessità che io non avverto.

 

Occorre studiare nuove misure di sicurezza per i luoghi di ritrovo della comunità Lgbt anche in Italia?

Il problema sicurezza in Italia esiste e non da oggi. Quello di Orlando non è il primo attacco ai locali gay. A Tel aviv è stato attaccato un locale dagli integralisti ebraici, per non parlare della ragazza di 16 anni uccisa al Gay Pride di Gerusalemme o degli attacchi in Inghilterra. I luoghi di ritrovo gay sono nel mirino. In Italia qualcuno dovrà porsi questo problema di sicurezza: siamo esposti all’estremismo islamico, gli arresti lo testimoniano. E siamo esposti alla follia di un lupo solitario come Mateen.

 

Perché succede?

Sono persone che cercano un’identità, in particolare gli immigrati di seconda generazione non sentono propria l’identità del Paese che li ospita. Persone fragili e magari instabili sono affascinati della ideologie totalitarie come accadeva per la psicologia dei seguaci del fascismo. Trovano un senso alla vita in questo e poi si fanno uccidere. Il pericolo esiste.

 

È ancora convinto che il Family day sia una manifestazione nazifascista?

L’ho detto per quanto riguarda la prima edizione. L’ultimo Family day invece è stata una baracconata, una farsa. La nostre manifestazioni della settimana precedente lo avevano depotenziato. Grazie al flop dell’ultima edizione abbiamo portato a casa le unioni civili. Se ne organizzano un altro magari portiamo a casa anche la legge sull’omofobia.

 

Lei come sta?

Sto conducendo una battaglia contro un tumore che mi sta prendendo completamente. Sto facendo la chemioterapia. Spero di vincere. Nelle mie condizioni ho l’obbligo essere ottimista, altrimenti bisogna spararsi (sorride nda). Domattina comincio con un farmaco sperimentale. Vediamo come va a finire.

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Facebook come Renzi: censura l'arte classica italiana
da bollino rosso la mostra di sgarbi

Facebook come Renzi: censura l'arte classica italiana

Non ci son soldi, calano le casalinghe
donne in cerca di lavori umili

Non ci son soldi, calano le casalinghe

Gemelli: una coppia totalmente unica
psicologia dell'individuo

Gemelli: una coppia totalmente unica


MC S.R.L.
sede legale: via angelo maj, 24 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: alessandro morelli
condirettore: matteo salvini

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU