l'appello su il riformista

Brunetta: "Il Governo presenti un piano nazionale riforme"

"Il Governo presenti, sin da subito, il Piano Nazionale delle Riforme, piano che non ha presentato nel mese di Aprile in concomitanza con il Documento di Economia e Finanza, in ragione di una deroga concessa dalla Ue"

Redazione
Brunetta: "Il Governo presenti un piano nazionale riforme"

“L'Europa, dopo un titubante inizio, è finalmente partita con il maxi piano di intervento da 2.400 miliardi di euro, per aiutare i paesi del Vecchio Continente ad uscire dalla crisi economica e finanziaria nella quale si trova per gli effetti del coronavirus. Il piano, messo in campo dalla Commissione Europea, è basato, lo ricordiamo, su quattro pilastri finanziari principali (MES, SURE, BEI e Next Generation UE Fund), ed è sostenuto dalla politica monetaria della Banca Centrale Europea, attraverso un piano d'acquisto straordinario di titoli (PEPP), da 1.350 miliardi complessivi, destinato ad esaurirsi, però, a metà 2021". Così il forzista Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, in un editoriale sul Riformista.

E aggiunge: "Dal momento che il piano dell'Unione è ancora oggetto di trattative negoziali tra i vari Stati Membri, è probabile, come sostenuto dal Commissario agli affari economici Paolo Gentiloni, che l’accordo sul Next Generation UE Fund arrivi al Consiglio Europeo dei capi di Stato e di Governo del prossimo luglio, a presidenza tedesca, mentre per il SURE dovrebbero a breve uscire i regolamenti che specificheranno i meccanismi di funzionamento e le condizioni finanziare del prestito. Per ottenere quest'ultimo (la quota dell'Italia dovrebbe essere circa 20 miliardi), il governo Conte dovrà, in ogni caso, presentare le dovute garanzie. La Commissione inizierà ad emettere obbligazioni nella seconda metà di luglio o nella prima metà di settembre, in funzione di quando si concluderanno le procedure nazionali".

"Sempre come ricordato da Gentiloni, il Next Generation UE Fund dovrebbe essere attivo dal gennaio 2021, sempre che i negoziati, le emissioni e le risposte nazionali vadano tutte a buon fine. Per quest'ultimo, per l'Italia, si tratta di un pacchetto lordo di risorse di circa 170 miliardi (dei quali 80 di sussidi e 90 di prestiti). “Per rispettare la tempistica europea riguardo al Next Generation UE Fund, ma anche il MES, quanto a spese sanitarie dirette e indirette, al SURE riguardo alle misure contro la disoccupazione e alla BEI, per i finanziamenti alle imprese è fondamentale che il Governo presenti, sin da subito, il Piano Nazionale delle Riforme, piano che non ha presentato nel mese di Aprile in concomitanza con il Documento di Economia e Finanza, in ragione di una deroga concessa dall'Unione Europea che ora però non si giustifica più. Anche perché, come ricordato sempre da Gentiloni, la Ue ha messo a disposizione delle risorse ponte che arriveranno prima del 2021, già a partire da quest'anno, dunque, per finanziare il meccanismo di protezione civile e il fondo per la transizione ambientale (Green New Deal)”. 

LIBERA LA BESTIA CHE C'È IN TE!

Contribuisci anche tu alla sezione LIVE NEWS, inviandoci un video, una foto o un articolo!

partecipa inviandoci i tuoi:

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron
finanziamenti occulti al candidato presidente

Ora è ufficiale: c'è George Soros dietro Macron

Bergamo, coop dell'accoglienza nella bufera. Lega sulle barricate
inchiesta sui fondi per i richiedenti asilo

Bergamo, coop dell'accoglienza nella bufera. Lega sulle barricate


MC S.R.L.
sede legale: viale Vittorio Emanuele II, 23 - 24121 Bergamo
C.f./P.IVA: 04061980167 - R.E.A.: BG-431792
Email: INFO@ILPOPULISTA.IT

direttore: MARCO DOZIO
CONDIRETTORE: alessandro morelli

ILPOPULISTA.IT È UNA TESTATA TELEMATICA REGISTRATA PRESSO IL TRIBUNALE DI MILANO, N. 121 DEL 27/04/2015

per i tuoi annunci: PUBBLICITA@MC-SRL.EU